rotate-mobile
Cronaca Porto

Aggressione al porto, caos in città armato di bastone: condannato a sei anni

Il 25enne di origine algerina aveva provato anche ad affogare un diportista. Gli era stato riscontrato un vizio parziale di mente

ANCONA - Condannato a sei anni con rito abbreviato l'uomo di origine algerina 25enne, Mohamed Lachemi Lamine, che lo scorso 17 agosto seminò il panico in città armato di bastone tendando anche di affogare un diportista a Marina Dorica. L'uomo aveva riportato venti giorni di prognosi. Dopo essersi scatenata la caccia all'uomo la polizia lo aveva arrestato a Posatora. 

Rinchiuso nel carcere di Pesaro, doveva rispondere di pesanti accuse quali tentato omicidio e lesioni personali ma anche violazione di domicilio per essere piombato, durante la sua folle corsa, in casa di una famiglia che stava pranzando e resistenza a pubblico ufficiale. La pena è stata decretata dal gup Francesca De Palma poi, una volta scontata, verrà espulso dall'Italia. 

Lamine era stato sottoposto ad una perizia psichiatrica affidata dalla procura al dottor Vito Vecchia e gli era stato riscontrato un vizio parziale di mente al momento dei fatti: disturbo antisociale di personalità. Per questo il Gup ha stabilito il trasferimento del 25enne in una Rems per un tempo ancora da stabilire. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione al porto, caos in città armato di bastone: condannato a sei anni

AnconaToday è in caricamento