Mare: firmato accordo tra Capitaneria di Porto e Arpam

Gli accordi prevedono una collaborazione congiunta tra le due Amministrazioni per implementare le attività di monitoraggio ambientale lungo tutta la costa marchigiana ai fini della sua tutela e salvaguardia

Sono stati firmati nella mattinata odierna, presso la sede della Capitaneria di porto di Ancona, le convenzioni di accordo tra la Direzione Marittima delle Marche e l’ARPAM.

Sottoscritti dall’Ammiraglio Giovanni Pettorino, Comandante Regionale della Guardia Costiera e Comandante del porto di Ancona, e dal  Dott. Roberto Oreficini Rosi, Direttore Generale dell’Agenzia Regionale per la Protezione delle Marche, gli accordi prevedono una collaborazione operativa congiunta tra le due Amministrazioni per implementare le attività di monitoraggio ambientale lungo tutta la costa marchigiana ai fini della sua tutela e salvaguardia.

“Questa cooperazione sinergica con la Regione Marche ci consente di  ottimizzare l’impiego dei nostri militari e dei nostri mezzi al fine di garantire alla collettività una migliore tutela del  nostro mare e di tutte le attività che in esso vengono svolte”, ha dichiarato l’Ammiraglio Giovanni Pettorino.

“Con gli accordi di oggi, che consolidano la collaborazione con La Guardia Costiera Marchigiana,  ci è possibile attuare, in maniera più efficiente, tutte le procedure di salvaguardia dell’ambiente marino regionale” ha dichiarato il dott. Roberto Oreficini Rosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sale sull'altare completamente nuda e urla come un'indemoniata: chiesa sgomberata

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Entra in negozio e stacca il dito del titolare a morsi, poi scappa e viene arrestato

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Perde il controllo e si schianta contro l’altra auto, nuovo incidente sulla strada maledetta

Torna su
AnconaToday è in caricamento