rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Attualità

Scuola integrata, le Da Vinci "on fire" tra progetti e didattica senza zaino

Le “primarie” degli Archi si stanno segnalando per una serie di percorsi formativi che promuovono competenze trasversali di cittadinanza

Di progetto in progetto per arricchire un percorso formativo finalizzato ad una scuola sempre più integrata. Una scuola che sappia, nello specifico, promuovere competenze trasversali di cittadinanza. E’ questa la politica intrapresa dalle scuole primarie “Da Vinci” degli Archi, istituto storico anconetano.

I riflettori, in questo anno scolastico, sono puntati in modo deciso sulla proposta di “Scuola senza zaino” che prevede uno stravolgimento della didattica tradizionale. Tre valori principali, nella fattispecie ospitalità, responsabilità e comunità. Lo spazio è unico, costituito da una sola grande area di lavoro, una nuova organizzazione degli ambienti pensati e realizzati così da farli risultare accoglienti, ordinati, gradevoli, ricchi di materiali e curati anche esteticamente. Nel grande spazio realizzato sono individuate aree ben distinte che diversificano l’attività consentendo contemporaneità, sviluppo in armonia della classe e lavori condivisi. Ospitare le varietà delle intelligenze e degli stili cognitivi esaltando il valore della responsabilità grazie alla ricerca delle risorse interiori (cognitive, emotive e affettive). Tra le curiosità del “senza zaino” spicca una segnaletica per il rispetto del silenzio o per definire il momento del lavoro, un timetable per le attività, un manuale per i vari documenti e materiali, software didattici, computer, libri ed enciclopedia. Una stanza che sia un luogo di incontro e di interscambio e che assomiglia sempre di meno ad un’aula.

In tutto questo è stato potenziato anche il “Percorso Cambridge” (unico nella provincia di Ancona) legato all’apprendimento della lingua inglese secondo un programma educativo approvato in forma diretta dalla Cambridge International. Tre ore settimanali, una curriculare e due aggiuntive, che regalano una preparazione invidiabile già dalla tenera età in preparazione all’istruzione secondaria. Dal prossimo anno, inoltre, le Da Vinci adotteranno l’orario della settimana corta articolati su cinque giorni dal lunedì al venerdì. Successo e riscontri positivi sono arrivati anche dall’ “Insalata nell’orto”, un concorso indetto dal Comune di Ancona che ha permesso ai piccoli studenti di realizzare un orto nello spazio esterno della scuola organizzando una vera e propria esposizione dei prodotti nel tradizionale mercatino degli Archi. Un cammino che parte dallo studio e dalla conoscenza della pianta fino ad arrivare alla sua distribuzione. E con queste premesse il futuro non può essere che roseo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola integrata, le Da Vinci "on fire" tra progetti e didattica senza zaino

AnconaToday è in caricamento