rotate-mobile
Attualità Baia Di Portonovo

Sciopero dei bus a Portonovo, Rubini (Aic): «Piena solidarietà agli autisti»

Il capogruppo di Altra Idea di Città: «Fanno benissimo a protestare per la totale assenza di sicurezza della strada: da anni diciamo che la baia va tutelata»

«Fanno benissimo a scioperare le sigle sindacali di Conerobus per la totale assenza di sicurezza lungo la strada di accesso a Portonovo, ma tutti sappiamo che il dibattito è molto più ampio». Lo sostiene Francesco Rubini, capogruppo in Consiglio comunale di Altra Idea di Città, che interviene sullo sciopero attuato dagli autisti di Conerobus. 

«Sono anni che diciamo che questo livello di antropizzazione della baia è smisurato e fuori controllo. Sono anni che diciamo che vanno contingentati gli ingressi fino alla chiusura al traffico privato, che occorre ridisegnare un sentiero ciclo pedonale alternativo alla strada carrabile. Sono anni che proviamo a dire che la baia è un delicatissimo ecosistema naturale e come tale va tutelata e promossa fuori dalla logica consumistica del turismo di massa a partire dall’introduzione dell’area marina protetta. Insomma, da sempre sosteniamo che serve un nuovo modello di gestione di Portonovo che metta al centro la difesa del luogo naturale, la sostenibilità e lo stop all’aggressione indiscriminata dei privati». 

«A fronte di tutto questo, con incidenti gravi che si susseguono ogni anno, la risposta della giunta è la promessa installazione di un semaforo a chiamata. Ancora una volta si palesa una totale mancanza di visione e una sudditanza evidente agli interessi privati». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei bus a Portonovo, Rubini (Aic): «Piena solidarietà agli autisti»

AnconaToday è in caricamento