rotate-mobile
Attualità

Gasolio alle stelle e zero sostegni: i pescherecci si fermano

Lo stop sarà di una settimana in attesa del vertice con le istituzioni. Prezzi raddoppiati in un anno

I pescherecci adesso dicono basta. Dopo l’incredibile aumento del gasolio, derivante dapprima dal periodo pandemico e ora dalla guerra in Ucraina, e l’assenza di ogni sorta di sostegno o contributo previsto dal Governo l’intera categoria ha annunciato di volersi fermare almeno per una settimana fino a quando non ci saranno novità sostanziali da Roma (atteso un vertice proprio in questi giorni). Il dato eclatante riguarda il prezzo del carburante addirittura raddoppiato nel giro di un anno che sta mettendo in ginocchio tutte le attività.

La decisione, nazionale, è stata presa nell’ultima assemblea svolta a Civitanova Marche che ha visto la partecipazione dell’80% delle marinerie italiani. Simbolicamente saranno consegnati le licenze alle Capitanerie di Porto – senza sbarcare – così da non far perdere lo stipendio ai dipendenti. In queste ore sono attesi ulteriori sviluppi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gasolio alle stelle e zero sostegni: i pescherecci si fermano

AnconaToday è in caricamento