Attualità Senigallia

Questione Natura torna in azione: «Troppe mascherine gettate in spiaggia»

I volontari al lavoro per la raccolta sul litorale senigalliese. «Chiediamo a cittadini e turisti di prestare più attenzione»

I volontari di Questione Natura

I ragazzi di Questione Natura al lavoro sulla spiaggia di velluto. «Abbiamo raccolto da terra 100 protezioni individuali anti Covid-19 e adesso anche Senigallia è libera dalle mascherine».

Proseguono i volontari: «Siamo tornati a fare un giro per le vie del primo comune marchigiano per arrivi e presenze turistiche (a inizio stagione estiva eravamo stati a ripulire “Il Sentiero degli Aironi”) trovando decisamente troppe mascherine per le affollate vie cittadine e per il lungomare. Chiediamo a cittadini e turisti di prestare più attenzione a dove conferiscono i rifiuti, basta un piccolo gesto per fare del bene al pianeta, agli animali e a tutta la nostra comunità. Ringraziamo la nostrana Eleonora che ci ha fatto conoscere al meglio gli scorci poi suggestivi di Senigallia, dal bellissimo porto alla Rocca Roveresca,  passando per i tanti parchi e i preziosi edifici storici. Poi ancora sotto le logge che costeggiano il fiume Misa che regala una romantica passeggiata all’imbrunire del caldo estivo marchigiano. Grazie a tutti i Senigalliesi per averci accolto a braccia aperte, l’avventura è appena cominciata. A presto! Questione Natura, questione di priorità».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questione Natura torna in azione: «Troppe mascherine gettate in spiaggia»

AnconaToday è in caricamento