Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Pnrr e sanità, 61 milioni di euro per digitalizzazione e parco tecnologico

Lo annuncia l'assessore alla Sanità regionale, Filippo Saltamartini. Sono stati richiesti tomografi computerizzati, mammografi e altre strumentazioni indispensabili «per ridurre le liste d'attesa»

ANCONA - Dopo gli oltre 68 milioni di euro per le Reti di prossimità (Missione 6C1) per le Marche dal Pnrr per la sanità arrivano quasi 61,2 milioni di euro per l'ammodernamento del parco tecnologico e digitale ospedaliero (Missione 6C2). Oggi in giunta regionale l'approvazione della delibera. «La deliberazione della giunta regionale- spiega in una nota l'assessore alla Sanità, Filippo Saltamartini- porta a completamento un processo di ammodernamento che proietta nel futuro il sistema sanitario regionale. Non solo strutture ma anche apparecchiature di ultima generazione e un sistema veloce in grado di supportarle». Oltre 27,5 milioni finanzieranno l'acquisto di 57 apparecchiatura di ultima generazione in grado di effettuare esami sempre più approfonditi non solo in termini di cura ma anche di prevenzione mentre 33,6 milioni saranno destinati alla digitalizzazione e serviranno a creare sistemi che siano più fruibili ai cittadini anche da remoto come cartelle cliniche elettroniche, prescrizione e somministrazione farmaci e telemedicina. Le interfacce utilizzate da sistemi informativi sanitari diversi saranno rese sempre in grado di comunicare tra di loro. Verranno introdotti ulteriori sistemi amministrativi contabili anche per agevolare i pagamenti elettronici. A livello infrastrutturale verranno installati o potenziati server, network, licenze, ma anche sicurezza informatica e ybersecurity.

«Questi ulteriori investimenti serviranno a dare una risposta anche al problema delle liste di attesa per esami diagnostici e strumentali- conclude Saltamartini- uno degli impegni che abbiamo assunto con i cittadini marchigiani». Nel dettaglio sono stati richiesti sette tomografi computerizzati (128 strati) ed altrettanti tomografi a risonanza magnetica (1,5 tesla), tre acceleratori lineari, due gamme camera/Ct, una Pet Tc, sette mammografi con tomosintesi, dieci ecotomografi multidisciplinari/internistici, sette ecotomografi cardiologi 3D, tre telecomandati digitali per esami di reparto, un sistema radiologico polifunzionale e nove sistemi polifunzionali per radiologia digitale diretta per esami di Pronto soccorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr e sanità, 61 milioni di euro per digitalizzazione e parco tecnologico
AnconaToday è in caricamento