Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità Falconara Marittima

Ordinanza ampliata: consumo di alcolici vietato nei sottopassi e in stazione

Prima circoscritto alle aree che delimitano il centro storico, ora il divieto riguarda altre aree della città

FALCONARA - Il sindaco Stefania Signorini estende l’ordinanza anti alcol, che vieta il consumo di alcolici nelle aree pubbliche o aperte al pubblico. Prima circoscritto alle aree che delimitano il centro storico (tra via Mameli, via XX Settembre, via Flaminia e via Bixio), con l’aggiunta delle piazze di Falconara e di Castelferretti, ora il divieto riguarda tutta l’area del centro città da via Stamura a via Mameli, da via Bottego-Rosselli al sedime della ferrovia, compresi i sottopassi e i cavalcavia per la spiaggia.

L’ordinanza 50 pubblicata nella giornata di oggi, venerdì 16 maggio, è stata adottata anche in seguito a un confronto in prefettura nell’ambito del Comitato per l’ordine e la sicurezza e sarà in vigore fino al 30 settembre, in modo da offrire agli agenti della polizia locale di Falconara e alle forze dell’ordine un ulteriore strumento di contrasto  dell’abuso di alcol. L’ordinanza ne vieta il consumo nelle «aree pubbliche, aperte al pubblico o soggette all’uso pubblico, nonché nelle aree private scoperte liberamente accessibili a chiunque e sotto i portici, compresi il sedime ferroviario, sovrappassi e sottopassi nonché lungo la via  IV Novembre e nei giardini adiacenti». Il divieto è confermato alle fermate del bus e a bordo dei mezzi del trasporto pubblico. Sono sempre esclusi i locali per la somministrazione di alimenti e bevande e gli spazi all'aperto in concessione agli esercenti, oltre alle manifestazioni su area pubblica organizzate dall'amministrazione o da soggetti autorizzati, poiché non hanno mai generato problematiche di abuso di alcol e sussiste comunque una organizzazione in grado di controllare la distribuzione ed i fenomeni. Dall’entrata in vigore della prima ordinanza, il 3 febbraio scorso, gli agenti di polizia locale hanno elevato diverse sanzioni tanto per violazione del divieto, quanto per ubriachezza manifesta. La prima ordinanza, in vigore fino al 30 aprile, è stata prorogata fino al 30 settembre e, con l’ordinanza di oggi, ne è stato ampliato il territorio di applicazione.

«Tanto l'ordinanza, quanto la predisposizione del pattugliamento della polizia locale, disposto dopo la sperimentazione dell’estate scorsa, vanno nella direzione di garantire la sicurezza soprattutto nel periodo estivo - dice il sindaco Stefania Signorini – quando ci sono più occasioni di incontro e gli spazi pubblici sono maggiormente frequentati. Questi strumenti si aggiungono all'introduzione del 'Daspo urbano' previsto dal nuovo regolamento di polizia urbana, che ho fortemente voluto, al pattugliamento quotidiano dei centri abitati, all'arrivo di nuovi dispositivi per rendere più efficace l'azione della polizia locale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinanza ampliata: consumo di alcolici vietato nei sottopassi e in stazione
AnconaToday è in caricamento