rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Letture in carcere: in arrivo 1700 libri per gli istituti penitenziari marchigiani

Il Garante regionale dei diritti, Giancarlo Giulianelli, ha sostenuto il progetto. La donazione è della casa editrice 'Liberilibri'

Sono oltre 1.700 i libri da destinare al circuito bibliotecario degli istituti penitenziari delle Marche. Tanti sono quelli donati dalla casa editrice 'Liberilibri' di Macerata: un'iniziativa sostenuta dal Garante regionale dei diritti, Giancarlo Giulianelli, che ha provveduto ad attivare i contatti con le strutture carcerarie.

«La consegna simbolica di alcuni testi - si legge nella nota - è avvenuta oggi nel corso di un incontro ospitato a Palazzo delle Marche a cui hanno partecipato lo stesso Garante Giulianelli, il direttore editoriale della casa editrice, Michele Silenzi, il responsabile della sezione osservazione e trattamento del Provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria, Marialucia Faggiano, la responsabile dell'area trattamentale degli istituti di Montacuto e Barcaglione, Rossana Barbaccia, l'educatrice della Casa di reclusione di Fossombrone, Angela Rutigliano, e la referente delle biblioteche degli istituti penitenziari di Ancona, Chiara Azzini».

«Siamo convinti- dice Giulianelli in una nota- che la cultura rappresenti un tassello importante nel quadro più generale delle attività trattamentali. Ringrazio il presidente della casa editrice, Marco Cingolani, per aver condiviso questo mia idea e spero che ci sia l'occasione di realizzare insieme altre iniziative, come quella di poter effettuare donazioni anche ad istituti penitenziari fuori regione, di cui ho già parlato con altri Garanti». Giulianelli si è anche soffermato sulle altre progettualità riguardanti le attività trattamentali che saranno al centro dell'attività complessiva dell'Autorità di garanzia. «Il nostro obiettivo- conclude- è quello di fornire ai detenuti strumenti che favoriscono il loro ingresso nel mondo del lavoro una volta fuori dal carcere. Su questo versante la formazione è essenziale». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Letture in carcere: in arrivo 1700 libri per gli istituti penitenziari marchigiani

AnconaToday è in caricamento