rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Attualità

Punto prelievo, la Regione e la AST 2  pronti a fornire personale: rebus locali

 Regione con AST 2 hanno trovato il personale per riaprire il punto prelievo di Osimo Stazione, «ma i locali che si dicevano che sarebbero stati reperiti dall'amministrazione e dal consigliere Ginnetti non sembrano esserci».

OSIMO - Era il primo ottobre del 2019 quando il comitato salute ed ambiente Osimo stazione ed Abbadia , protocollò una nota per richiedere al sindaco Simone Pugnaloni il potenziamento dei servizio prelievi, nonché l’implementazione dei servizi sanitari aggiuntivi, cioè di tutte quelle prestazioni di competenza infermieristica, ad Osimo stazione con tanto di raccolta firme .
«Il Sindaco non solo non ha tenuto conto delle richieste ma avviò da lì a poco tutto un processo di depauperamento del servizio sanitario prestato, fino alla chiusura totale del servizio prelievi- scrive in una nota il consigliere delle Liste Civiche di Osimo, Monica Bordoni- lo scorso febbraio veniamo a conoscenza che il Comune ha perfino restituito i locali adibiti al servizio sanitario siti nella stazione di Osimo, alla proprietà RFI , in barba alle necessità dei residenti della frazione .Su questi presupposti che il nostro presidente del consiglio regionale Dino Latini , è intervenuto con il governo regionale cercando di organizzare il servizio con le nuove figure emergenti che rivoluzioneranno il sistema sanitario ovvero gli infermieri di famiglia. Ora mancano i locali per poter ripristinare il centro prelievi. Il Comune di Osimo non ne vuole sapere , come  è chiaramente emerso ieri sera in consiglio comunale. Il Consigliere  comunale Ginnetti che aveva detto nell'ambito di una  precedente mozione , che i locali c'erano  non concretizza l'offerta.  Ne prendiamo atto: il punto prelievi a Osimo Stazione non si apre non certo per colpa della Regione e dell'AST n.2, ma per le promesse mancate di altri che pensavano di mettere in scacco Latini e le Listeciviche impuntando loro le carenze sulla sanità in Osimo, finendo per essere invece loro stessi i primi responsabili. Non a caso ieri sera  poi in consiglio comunale è andato in scena  la seconda puntata sulla sanità per Osimo Stazione con il rimpallo fra Ginnetti e Pugnaloni (che rimangono sodali come schieramento politico)  di chi si prende il merito  per gli infermieri di comunità (altro servizio che la Regione Marche e AST n.2 stanno cercando di organizzare)  e la stizza di Ginnetti con il ritito della sua mozione, quando il sindaco ha attribuito il "merito" ( si fa per dire) al dott. Guido Sampaolo (con l'evidente tentativo di strapparlo da Progetto Osimo e portarlo nel PD). L'immagine offerta è quella che per loro (Ginnetti & Pugnaloni ) la sanità in osimo è un "gioco" partitico  atto a prendersi i meriti  degli altri lanciando la palla più in avanti possibile per mettere in difficoltà la Regione, salvo bisticciare  fra loro sul nome di qualche possibile candidato per le elezioni 2024 e allora mandare tutto all'aria». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punto prelievo, la Regione e la AST 2  pronti a fornire personale: rebus locali

AnconaToday è in caricamento