menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Serena Rossini e Tommaso Marini - credit Alberto Buzzi

Serena Rossini e Tommaso Marini - credit Alberto Buzzi

Il futuro della scherma è ora ad Ancona: Marini e Rossini figli dorici nel fioretto mondiale

Nel week end di Udine i fiorettisti marchigiani hanno conquistato la coppa del mondo under 20 nelle rispettive categorie. Nella specialità maschile il successo mancava dal 2015

La new generation della scherma jesina inizia il 2018 in cima al mondo. Nel week end di Udine l’enfant prodige Tommaso Marini si è aggiudicato una gara di coppa del mondo under 20 del fioretto maschile, firmando così la doppietta marchigiana grazie al trionfo nella specialità femminile dell’anconetana Serena Rossini. Successi che, aggiunti alla vittoria nella spada femminile della piemontese Federica Isola, hanno fatto suonare per tre volte l’inno di Mameli sui podi friulani. Ora i figli dorici del fioretto entrano neli campionati del mondo di scherma under 20 che si terranno ad Aprile a Verona. 

Domenica scorsa Marini si è imposto in una categoria in cui l’Italia non coglieva il successo dal dicembre del 2015. Prima di lui era stato il pisano Tommaso Ciuti a conquistare la coppa a Terrassa, in Spagna. Domenica scorsa è stato proprio l’anconetano in forza al Club Scherma Jesi a spezzare il digiuno biennale, posando l’ennesima pietra lungo la strada che conduce al suo sogno più grande: le olimpiadi. Marini, che a maggio aveva conquistato il titolo under 17 e quello under 20 ai campionati nazionali di Cagliari, ha avuto la meglio sul russo Anton Borodachev con il punteggio di 15-10. Con lo stesso risultato Tommi aveva iniziato la sua cavalcata vincente sbarazzandosi ai quarti di finale del tedesco Felix Klein e, in semifinale, del francese Pierre Loisel. Un grido di gioia che ha fatto eco a quello del giorno priam, quando la sorella sportiva di Tommi Serena Rossini, in forza alle Fiamme Gialle ma seguita dal Club Scherma Jesi, si è imposta nel fioretto femminile. La giovane dorica ha trionfato battendo ai quarti la tedesca Leonie Ebert (15-12), poi Lucia Tortelotti (15-10) e in finale la padovana Marta Ricci (15-10). Sesto posto per l’altra rappresentante del club Jesino, Elena Tangherlini, fermata ai quarti dalla russa Victoria Yusova. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento