Federica, da promessa a vice campionessa mondiale di pole dance

Ha solo 14 anni e se fino a poche ore fa era considerata una giovane promessa della pole dance adesso per lei comincia tutta un'altra storia

Federica Lamberti e Laura Borgognoni

«Adesso sto facendo colazione in hotel, poi andrò in spiaggia con la mia insegnante». Nella sua Ancona sono le 14,30 ma a Fort Lauderdale in Florida sono le 8,30 di un mattino d'estate. Federica Lamberti si è appena svegliata e ci ha messo poco a realizzare che quello che sta vivendo non è un sogno. A 14 anni è la vicecampionessa mondiale di pole sport. Domenica scorsa Federica ha conquistato il secondo gradino del podio, un risultato insperato anche per un enfant prodige come lei. Fede infatti frequenta la Pole & Art Academy da appena due anni, il 4° posto ai campionati nazionali di Sassuolo aveva già il sapore dell’impresa ma quello che è successo nel week end a pochi chilometri da Miami ha stupito anche la sua insegnante Laura Borgognoni: «Mi ha stupita davvero e non potevo pretendere di meglio, Federica ha dimostrato di poter fare molto di più e mi premeva che provasse l’emozione di un palco così importante- ha spiegato la Borgognoni, anche lei vicecampionessa mondiale del 2017 nel doppio - la qualificazione mi sembrava già tanto».

Le premesse non erano neppure ottime: «Venerdì durante le prove il palo era scivoloso e non si riusciva a fare nulla, ero presa dall’ansia e avevo paura di scivolare anche in gara quindi mi facevo mille paranoie» ha raccontato la nuova vicecampionessa, ma già sabato durante le qualificazioni era tutta un’altra storia. Federica ha tirato fuori tutta la grinta e la leggiadria che aveva dimostrato già ad agosto durante gli allenamenti, ha dato tutto ed è bastato per passare in finale: «Neppure speravo di qualificarmi perché il livello era davvero molto alto e aver finito a podio è stata un’altra grande emozione». La giovane anconetana ha anche contribuito alla doppietta italiana, visto che a vincere il titolo è stata la coetanea fiorentina Sofia Novelli. Giovedì Federica e Laura torneranno in Italia, la prossima sfida internazionale sono gli World Games del 2019 a Tortosa, in Spagna: «Questo è solo un punto di partenza, adesso c’è da mettersi ancora al lavoro - ha detto Federica, ancora emozionata - l’obiettivo è andare avanti e dare sempre il meglio». Poi le dediche finali: «Sono per la mia famiglia che mi ha permesso di essere qui, per la mia allenatrice e per tutte le persone che in questo periodo mi hanno sostenuto con i loro messaggi». L'eco del podio e la felicità non potevano non attraversare l'oceano e arrivare da mamma Alessandra: «Sono stati due anni impegnativi per lei ma nche per noi genitori e per l'insegnante che per Federica è quasi una seconda mamma mentre i ragazzi e le ragazze della scuola sono quasi una seconda famiglia. Federica ha rinunciato spesso a uscire con le amiche per allenarsi, riesce a studiare ma si impegna molto anche perché gli allenamenti sono spesso di sera. Noi la andiamo a prendere alle 21 o 21,30- ha proseguito la mamma- ma quando arriva a casa solitamente è sfinita e va a dormire presto. Tutti questi sacrifici sono stati comunque ripagati e noi gioiamo». Falshback: ad Agosto, in una palestra di Castelferretti, Federica diceva: «Tornerò ad Ancona soddisfatta se potrò dire a me stessa di aver fatto il massimo». Missione più che compiuta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Oscar della pizza 2019, la miglior pizzeria delle Marche è Mezzometro

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Incidente davanti all'Uci Cinema, si schianta contro un autobus: poi il testacoda

Torna su
AnconaToday è in caricamento