La strada di Andrea arriva in Commissione: «Torni ad uso pubblico, chiamate i residenti»

In Commissione patrimonio si è parlato del passato e futuro della strada del Boranico

Andrea Roseto e Francesco Rubini

ANCONA – Il caso di via del Boranico, la strada colabrodo alle spalle del cimitero di Varano, portato alla luce dal residente Andrea Roseto con il sopralluogo del consigliere Francesco Rubini (Altra Idea di Città) approda in Commissione comunale. Stamattina c’è stato il confronto nella terza Commissione Patrimonio presieduta dal consigliere Federica Fiordelmondo (Pd) alla quale ha assistito anche lo stesso Roseto. Al centro del dibattito la richiesta di alcuni residenti di far tornare la strada privata allo status di via vicinale a uso pubblico, così com’era fino al 1999, con la conseguente partecipazione del Comune alle spese di manutenzione. Esito: nuova convocazione tra circa venti giorni per esaminare ulteriore documentazione e in quella seduta potrebbero partecipare anche i rappresentanti del consorzio di residenti. 

«Non può tornare ad uso pubblico»

Dibattito articolato, con la maggioranza ferma nella convinzione che quella strada deve restare privata. Le ragioni erano state spiegate dall’assessore ai lavori pubblici Paolo Manarini in consiglio comunale, in risposta a una interrogazione di Francesco Rubini e sulle quali era intervenuto anche l'assessore alle manutenzioni Stefano Foresi. Tra i movitivi del «no» sono state evidenziate anche le dimensioni della carreggiata, ritenuta troppo stretta e quindi non adatta per una riclassificazione.

«Deve essere riclassificata»

Di tutt’altro avviso Andrea Roseto e i rappresentanti di opposizione in Comune. Il residente, disabile, ha più volte denunciato la difficoltà per arrivare a casa, ma soprattutto il timore che in caso di emergenza un’ambulanza potesse raggiungerlo non tempestivamente. «Dalla delibera che declassava la strada a uso privato sono passati vent’anni, nel frattempo sono cambiate molte cose- ha ribadito Francesco Rubini, che aveva anche depositato una mozione per chiedere la riqualificazione - ci sono diverse attività commerciali (un agritursimo, un maneggio e un campo da paintball oltre a 12 famiglie) e la via attraversa un’area di interesse naturale». La strada infatti fa parte del Cammino d’Oriente e del sentiero 317 del Parco del Conero. Altra Idea di Città ha chiesto la convocazione del consorzio di residenti, proposta sottoscritta da M5S e Lega: «Ci sarà la possibilità di approfondire la questione e sviscerare tutti i motivi che portarono al declassamento della strada» ha detto Roseto. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Le bottiglie si riciclano al supermarket: previsti sconti sulla spesa

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento