Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il disabile e la strada devastata: «Il Comune non mantiene le promesse, ho paura a vivere qui» - VIDEO

Andrea Roseto vive lungo una strada che definire dissestata è riduttivo. E' disabile al 100% e, nonostante la via sia stata derubricata a "vicinale" ad uso privato, racconta di aver ricevuto promesse dal Comune sulla messa in sicurezza. Poi il "no" definitivo

 

ANCONA- Lo scorso 16 ottobre Andrea Roseto si è presentato in consiglio comunale sulla sua sedia a rotelle. Ha ascoltato la risposta dell'assessore ai lavori pubblici Paolo Manarini, sollecitato dall'interrogazione del capogruppo Altra Idea di Città Francesco Rubini. Ha scoperto così che la strada La Croce - Boranico, dove vive dal giugno scorso, non sarà messa in sicurezza dal Comune e che tutte le spese competono a lui e ai proprietari delle attività che insistono in quell'area. La strada, infatti, era un tempo "vicinale ad uso pubblico" per poi essere declassata nel 1999 a "uso privato". «Il Comune però fino a pochi mesi fa ci ha promesso la compartecipazione agli interventi, lo stesso sindaco è venuta qui a fare promesse - racconta Andrea- Ci hanno fatto preventivare spese che avrebbero messo nel bilancio 2020, le ditte che abbiamo chiamato sono venute a fare i sopralluoghi e poi ci siamo trovati la porta sbattuta in faccia».

Andrea, che ci ha accompagnati nel sopralluogo insieme allo stesso Francesco Rubini, ha spiegato di essere preoccupato: «Sono invalido al 100% e padre di due bambini, se ho bisogno dell'ambulanza qui un mezzo di soccorso non può passare, deve allungare il giro e impiegarci più tempo. Qui ci vivo con paura». Il residente sottolinea la funzionalità di quella strada: «C'è un agriturismo, un maneggio e un campo di paintball- spiega Andrea-  c'è poi il collegamento tra Varano e Camerano ma è anche un percorso segnalato del Parco del Conero e un tratto del Cammino d'Oriente tra Ancona e Loreto». Percorrendo la strada, in un'ora, è stato possibile incrociare due furgoni e almeno tre automobilisti, due dei quali si sono fermati a parlare proprio con Andra. Il servizio video.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AnconaToday è in caricamento