Prevenire furti e atti vandalici, anche i residenti potranno installare telecamere

L'opzione è nata a seguito di richiesta di alcuni residenti che avevano espresso la volontà di poter acquistare una videocamera a loro spese da collocare sulla pubblica via

Il tecnico installa la telecamera della videosorveglianza

Approvato il nuovo regolamento di videosorveglianza che va a sostituire quello deliberato nel 2010 nel comune di Camerano. L'idea è di integrare le direttive di utilizzo dell'impianto alle attività svolte in collaborazione con la Polizia Locale di Castelfidardo oltre che a perfezionare il vecchio regolamento alle linee guida del Garante della Privacy. Con il nuovo regolamento si va a specificare il fine dell'impianto di videosorveglianza, limitandolo alla prevenzione degli atti delittuosi, delle attività illecite, agli episodi di microcriminalità commessi sul territorio comunale, a garantire la sicurezza, a tutelare gli immobili di proprietà o in gestione dell'amministrazione comunale e a prevenire o accertare eventuali atti di vandalismo o danneggiamento e ad attivare un sistema di supporto alla protezione civile del territorio comunale. Vengono inoltre indicati i referenti ed i responsabili delle modalità di trattamento dei dati. Altra novità è la possibilità per i cittadini o enti privati di installare a loro spese su suolo pubblico telecamere, compatibili con il sistema, che potranno essere donate al Comune. Opzione nata a seguito di richiesta di alcuni residenti che avevano espresso la volontà di poter acquistare una videocamera a loro spese da collocare sulla pubblica via. ll progetto di videosorveglianza, partito diversi anni fa, ha sempre avuto come obiettivo principale quello di supportare le forze di polizia locale, permettendo il controllo del territorio sia nella fase di accertamento di particolari responsabilità nell'ambito dell'ordine e della sicurezza pubblica, sia nella fase di deterrenza, rassicurando i cittadini sulla sorveglianza di alcune zone. Negli ultimi giorni grazie alle videocamere è stato possibile individuare, in tempi relativamente brevi, gli autori di alcuni reati che per la gravità delle loro azioni sono stati deferiti all'autorità giudiziaria.

Negli ultimi mesi si è cercato di determinare lo stato di efficienza di alcune videocamere, che presentavano dei problemi di connessione e/o di visualizzazione, con il sistema centrale di output delle immagini video: sono stati fatti dei sopralluoghi ad hoc ed effettuate delle manutenzioni in loco, eseguiti dei controlli sullo stato delle connessioni e riviste alcune impostazioni software. Per il futuro si prospetta la possibilità di avere un impianto che sia integrato tra i Comandi di Polizia Locale di Camerano e Castelfidardo, si sta inoltre studiando la possibilità di installare nuovi apparecchi per effettuare verifiche, a fini di sicurezza pubblica, sugli automezzi di passaggio in alcune strade. Tra i propositi dell'Amministrazione Comunale c'è anche l'intenzione di integrare ulteriori tre videocamere già presenti sul territorio con il sistema in uso (previa verifica di compatibilità), si valuterà a breve la possibilità di impiegare a titolo sperimentale videocamere temporanee e si sta cercando di lavorare con la ditta di assistenza per l'implementazione del software. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento