Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Risorgimarche, ancora polemiche: il capogruppo della Lega attacca Marcorè

Secondo Zaffiri le parole dell'ideatore e direttore artistico di Risorgimarche suonano inaccettabili e inopportune

Dopo la polemica dei giorni scorsi da parte del consigliere dei 5 Stelle Gianni Maggi, ieri Sandro Zaffiri, capogruppo della Lega in Consiglio regionale, è intervenuto in merito alla frase che sarebbe stata pronunciata dal palco di Risorgimarche da Neri Marcoré, durante la tappa dello scorso 7 luglio scorso a Pizzo Meta di Sarnano, riferita proprio dal collega pentastellato. «Chi dice che queste spese tolgono risorse alla ricostruzione non dice il vero anzi e un populista e i populisti in questo periodo sono di moda».

Secondo Zaffiri le parole dell'ideatore e direttore artistico di Risorgimarche suonano inaccettabili e inopportune. Per il capogruppo Lega Nord Marche, certe frasi dovrebbero restare fuori da una iniziativa di solidarietà verso le popolazioni terremotate come Risorgimarche che vede tra l'altro l'intervento finanziario della Regione Marche e, quindi, di tutti i cittadini marchigiani.

«Se infatti il Festival è gratuito per il pubblico e gli artisti che si esibiscono lo fanno senza percepire alcun compenso - e di questo non possiamo che ringraziarli - afferna Zaffiri - comunque Risorgimarche ha un costo per la collettività. Stiamo parlando di un importo di 315mila euro stanziato dalla Regione Marche per l'edizione di quest'anno, il cui programma prevede 14 eventi, il doppio delle risorse dell'edizione 2017 che ha visto in calendario 13 tappe. Proprio sui costi e i benefici concreti che l'iniziativa aveva portato alle popolazioni, alle attività economiche e produttive delle zone terremotate il gruppo della Lega Nord lo scorso anno aveva voluto vederci chiaro presentando un'interrogazione alla giunta regionale. Stupisce che un professionista serio e preparato come Neri Marcoré se ne esca con frasi di questo tipo. Auspico che il Presidente della giunta regionale Luca Ceriscioli intervenga affinchè la politica resti fuori da un palco come quello di Risorgimarche, un Festival per la rinascita delle comunità colpite dal sisma».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risorgimarche, ancora polemiche: il capogruppo della Lega attacca Marcorè

AnconaToday è in caricamento