Mercoledì, 29 Settembre 2021
Politica

Psicologia scolastica, Ausili e Leonardi (FdI): «Risposta a un bisogno di scuola e famiglie»

Il commento del primo firmatario della proposta, il consigliere di Fratelli d’Italia Marco Ausili e della consigliera relatrice di maggioranza Elena Leonardi

«Le Marche, una delle prime regioni in Italia, ad istituire questo servizio, rivolto ad alunni, insegnanti, dirigenti, personale ATA ed educativo, famiglie. Si tratta di un supporto all’intera comunità scolastica delle scuole pubbliche e paritarie del nostro territorio. Per dare una risposta continuativa e stabile al disagio crescente, specie dopo la recente emergenza sanitaria, alle difficoltà dovute all’impiego della DaD, alle necessità molteplici di tutta la scuola». Questo il commento del primo firmatario della proposta, il consigliere di Fratelli d’Italia Marco Ausili e della consigliera relatrice di maggioranza Elena Leonardi, presidente della IV commissione consiliare permanente Sanità, a seguito dell’approvazione dell’Aula consiliare della Proposta di Legge 40 «Istituzione del servizio di psicologia scolastica” nella seduta odierna, 4 agosto. Sino ad ora, all’interno delle istituzioni scolastiche, la figura dello psicologo è intervenuta solo in caso di bisogno dei singoli studenti, in caso di specifici protocolli e solo in certe realtà scolastiche. Ora, in virtù di questa nuova Legge, la figura dello psicologo scolastico tende a diventare organica e funzionale al sistema educativo nel suo complesso all’interno della scuola primaria e secondaria di I e II grado, pubblica e paritaria, sia per alunni, sia per insegnanti, dirigenti, personale ATA ed educativo e famiglie», ha concluso il consigliere di FdI, Marco Ausili.

«Il preoccupante dilagare di fenomeni come il bullismo, il cyberbullismo, la diffusione delle dipendenze e l’abbandono scolastico, sono emergenze che ben conoscevamo. Oggi, a causa della crisi sanitaria dovuta alla pandemia da Coronavirus, se n’è aggiunta un’altra. Attraverso la Legge andremo a intercettare e dare una risposta a un bisogno, a una fragilità che i nostri ragazzi hanno mostrato anche a causa del forzato blocco alla socialità a causa del Covid-19. L’essere stati costretti alla Didattica a distanza per molti mesi, i continui stop and go al ritorno a una didattica in presenza e tutte le altre misure restrittive, stanno determinando l’insorgenza di particolari problematiche che possono essere affrontate con un aiuto qualificato, come quello dello psicologo. Ci si è avvalsi, come base per la Legge del Protocollo d’Intesa siglato dal Miur e l’ordine degli Psicologi che ha fatto da apripista, adeguandolo al mondo scolastico delle Marche. Certamente si tratta di una innovazione del nostro sistema educativo e una risposta concreta della politica che mette al centro il benessere psicologico degli studenti e investe delle risorse del sistema educativo. Ringrazio tutti i componenti della Commissione per il gran lavoro svolto, in modo particolare ringrazio Marco Ausili e tutto il gruppo di Fratelli d’Italia, oltre ai partiti di maggioranza e di opposizione che hanno votato la Legge, per essersi fatti interpreti di un bisogno impellente proveniente dalle famiglie, dagli studenti e dalle scuole. Si tratta di un punto di partenza, un primo step che dovrà portarne a successivi, fino alla completa implementazione del servizio», conclude la consigliera regionale di FdI, Elena Leonardi, presidente della IV commissione consiliare permanente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Psicologia scolastica, Ausili e Leonardi (FdI): «Risposta a un bisogno di scuola e famiglie»

AnconaToday è in caricamento