Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato d’emergenza per Senigallia

Spacca: "Un ringraziamento al Governo nazionale che ha mantenuto gli impegni e mostrato attenzione verso Senigallia e tutto il territorio marchigiano devastato dall'alluvione: primo ma significativo passo verso la normalità"

Il presidente della Regione Gian Mario Spacca

“Un ringraziamento al Governo nazionale che ha mantenuto gli impegni e mostrato attenzione verso Senigallia e tutto il territorio marchigiano devastato dall’alluvione del 2 e 3 maggio scorsi”. Commenta con queste parole, il presidente Gian Mario Spacca, la dichiarazione dello stato d’emergenza deliberato nella serata odierna dal Consiglio dei ministri

“È un primo, ma significativo passo, per favorire il ripristino della situazione e garantire una normalità sconvolta dalla furia delle acque – ha detto il presidente – Abbiamo seguito la situazione con la massima attenzione e sollecitato il presidente del Consiglio affinché l’iter amministrativo si potesse concludere nel più breve tempo possibile. Siamo stati vicini a Senigallia con diverse iniziative istituzionali e provvedimenti regionali che agevolassero la ripresa e la messa in sicurezza del territorio. L'ultimo in ordine di tempo, l'estensione, varata questa mattina dalla Giunta regionale, del Fondo di garanzia per le imprese danneggiate. Ora la dichiarazione consente di predisporre altri provvedimenti, anche sotto il profilo fiscale e tributario, per assicurare interventi a favore delle famiglie e delle imprese fortemente danneggiate. L’impegno della Regione non termina con questo provvedimento governativo, ma si rafforza: continueremo a essere vicini alla popolazione di Senigallia e degli altri territori colpiti, per salvaguardare l’incolumità pubblica con i necessari interventi e per garantire il ristoro dei danni subiti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento