Politica

Concerto interrotto dall’orologio, Urbisaglia (Verdi): «Sembra un dispetto»

Il gruppo comunale dei Verdi prende una dura posizione sul caso del concerto di beneficenza alla Mole interrotto a mezzanotte

Stop all’impianto audio allo scoccare della mezzanotte con l’ultimo gruppo di artisti ancora sul palco. Sul caso del concerto di beneficenza alla Mole di venerdì scorso è intervenuto anche il capogruppo comunale dei Verdi, Diego Urbisaglia. 

«L'interruzione dello spettacolo di beneficenza organizzato dallo IOM nella serata di ieri sera alla mole Vanvitelliana a 2 canzoni dalla fine dello spettacolo è un gesto quasi incomprensibile per varie ragioni- commenta Urbisaglia- la prima perché lo scorrimento di 15 minuti rispetto all'ora prevista di inizio è stato causato da un afflusso di 150 persone che dovendo fare il biglietto hanno ritardato l'inizio, ma anche portato denaro in più ad un'associazione che vive di raccolte fondi di questo tipo. Secondo, perché interrompere uno spettacolo a 2 canzoni dalla fine sa di beffa se non di dispetto – continua Urbisaglia- personalmente credo che la tolleranza rispetto a un evento organizzato a scopo benefico e realizzato da artisti che si esibiscono gratuitamente sia del tutto auspicabile se non dovuta. Il valore che il volontariato dà alla nostra città e il rispetto delle regole che da sempre lo IOM ha garantito negli eventi organizzati in precedenza avrebbe meritato 8 minuti di tolleranza (il tempo di 2 canzoni), nella consapevolezza che quegli 8 minuti non avrebbero reso la nostra citta meno sicura  e meno rispettosa delle regole. Mi sento di dire che posizioni di maggiore tolleranza, specie per eventi di questo tipo, sia da qui in avanti auspicabile nel rispetto dell'associazionismo, degli artisti e dei cittadini che partecipano a questi eventi». 
 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto interrotto dall’orologio, Urbisaglia (Verdi): «Sembra un dispetto»

AnconaToday è in caricamento