Il blog di Grillo contro la senatrice Fucksia: «Vogliono farmi fuori per giochi di potere»

La senatrice fabrianese è un fiume in piena e contrattacca di fronte alla accuse mossa dal blog di Beppe Grillo, per cui la Fucksia non aver restituito parte dello stipendio di parlamentare per sei mesi

Grillo - Fucksia

La senatrice marchigiana M5S Serenella Fucksia sotto accusa per non aver restituito parte dello stipendio di parlamentare di sei mesi. E il blog di Beppe Grillo lancia una discussione per decidere se la senatrice debba essere o meno espulsa dal Movimento. Ma la Fucksia si difende e contrattacca: «E’ una scusa per farmi fuori perché sono scomoda nel Movimento 5 Stelle. Io da tempo sto ponendo domande a cui nessuno ha risposto. E non ricevo risposte perché c’è qualcuno a cui non conviene che si entri nel merito. Il punto è che l’assenza di confronto sta bene al potere. Invece far sapere, significa togliersi potere». Dunque la grillina parla di giochi di potere. Ma si riferisce a Grillo? «Qui non c’entra Beppe Grillo. Ma altre persone che non solo non sono qui per cambiare le cose, ma fanno anche di peggio. Qualcuno ha trovato occasione per fare i propri interessi. Qualcuno che, fino a ieri, non era nessuno e oggi si ritrova ad occupare ruoli di potere». Ma allora quali sono queste domande scomode? La Fucksia va a ruota libera: «Come si sono formati certi cerchi magici? Come mai si è deciso di formare un direttorio se uno vale uno? Chi ha deciso per la Consulta? Quando scrive lo staff chi è lo staff? Chi ha deciso che debba essere quella persona ad occuparsi di quell’area tematica? E allora ci può anche stare la mia messa in discussione ed espulsione. Però io ho sempre fatto domande che meritavano risposte». E ammesso che ci sia questo potere da parte di qualcuno arrivato dal nulla, non era proprio il M5S quello dove il "cittadino qualunque" poteva diventare artefice del proprio destino, scardinando la cultura del politico di professione? «Ma il senso non era quello della casalinga di Voghera Santo Cielo - tuona la Fucksia - Era che in un contesto di competenze, ci fossero le rappresentanze di tutti, meno il filtro della politica intermediaria perché, quello sì, l’obiettivo deve essere la democrazia diretta. Ma non ci può andare chiunque in Parlamento. Ma ci rendiamo conto che ci sono interrogazioni Parlamentari ricopiate e riproposte da interrogazioni che hanno già avuto una risposta?».

Parole dure della senatrice marchigiana. Fatto sta che "Chi non restituisce parte del proprio stipendio come tutti gli altri - si legge nel post che lancia la consultazione - non solo viola il codice di comportamento dei cittadini parlamentari MoVimento 5 Stelle, ma impedisce a giovani disoccupati di avere ulteriori opportunità di lavoro oltre a tradire un patto con gli elettori. Ogni mese i parlamentari del Movimento 5 Stelle si tagliano lo stipendio e donano quei soldi ad un fondo per far partire nuove imprese e quindi nuovi posti di lavoro in Italia. A differenza di tutti gli altri suoi colleghi, la senatrice Serenella Fucksia non ha ancora restituito le eccedenze degli stipendi di aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre 2015, così come richiesto dallo staff e nonostante i diversi solleciti inoltrati con scadenze in data 8, 21 e 26 dicembre. La senatrice Fucksia - conclude il post - ha violato ripetutamente il codice di comportamento dei Parlamentari 5 Stelle. Ti chiediamo se la senatrice Fucksia debba essere espulsa”. E nel pomeriggio arriva l‘altolà della senatrice: «Mi era stato fatto un sollecito e io allo staff del Blog avevo risposto che avrei finito tutto entro oggi 28 dicembre, massimo domani. Io sono rimasta l’ultima ma è questione di ore, io sto finendo ora gli ultimi conti prima di effettuare il bonifico. Ma poi non c’è mai stata una scadenza, non mi risulta sia mai stato fissato un giorno entro il quale effettuare il rimborso. E’ stato già fissata la data del“Restitution day”? Non mi risulta. E comuqnue non ho mai detto che non avrei mai restituito il denaro, uno può anche avere dei problemi e sono rimasta indietro con questa cosa come con tante altre. Che poi io ho sempre combattuto questa cosa perché è un rendicontazione ridicola dove uno mette quello che vuole e chi va a controllare cosa c’è dentro? Se facevamo un bonifico annuale forfettario di un tot era meglio». Poi alle 18:00 arriva un post dalla pagina facebook di Serenella Fucksia: "Finita rendicontazione ed effettuato bonifico"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento