Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Falconara, la differenziata supera il 46%. Cambiano le multe, ecco come

Centrati gli obiettivi prefissati per la differenziata di prossimità. Gli ispettori ambientali nel 2013 hanno elevato una cinquantina di sanzioni: ecco come cambieranno. Il Centro del Riuso compie un anno

Falconara – Centrati gli obiettivi prefissati per la differenziata di prossimità, attestatasi nel dicembre 2013 al 49,78% con una media annuale del 46,42%. “Merito della riorganizzazione del servizio – commentano soddisfatti dal Comune – nonché dei controlli con relative sanzioni effettuati dagli ispettori ambientali”.

"A gennaio abbiamo quasi toccato il 50% di frazione differenziata. - commenta l'assessore all'Ambiente Matteo Astolfi - Sin dal primo mese del 2014 abbiamo sfiorato l'obiettivo che ci siamo posti per tutto l'anno e cioè quello di superare il 50% di raccolta differenziata con il servizio di prossimità esteso a tutto il territorio comunale e a tutte le attività. Un risultato ottenuto, grazie soprattutto all'ottima campagna di comunicazione e di informazione  intrapresa in questi ultimi due anni dall'Ufficio Ambiente, dal CEA (Centro di Educazione Ambientale) e dall'azienda MarcheMultiservizi”.

L’Amministrazione falconarese esprime soddisfazione anche per l'attività degli ispettori ambientali, che negli ultimi due mesi hanno sanzionato una dozzina di individui residenti nei comuni limitrofi, scoperti a lasciare sacchetti dell'immondizia nei cassonetti di Falconara.  Gli ispettori – la cui attività prosegue su tutto il territorio comunale - nel 2013 hanno elevato una cinquantina di sanzioni (la maggior parte da 50 euro) nei confronti degli indisciplinati della differenziata.

LE NUOVE MULTE. Per rendere ancora più incisiva l’attività degli ispettori ambientali, l’Amministrazione comunale ha deciso di modulare gli importi delle sanzioni per conferimenti errati di rifiuti in base alla gravità delle infrazioni commesse. In particolare, la mancata differenziazione verrà sanzionata con 150 euro, l’abbandono di rifiuti ingombranti al di fuori dei cassonetti (pratica ancora diffusa nonostante la gratuità del servizio di ritiro a domicilio attraverso chiamata a MarcheMultiServizi - 071590241 dal lunedì al sabato dalla 8:30 alle 13:00) con una multa da 400 euro.

Per incentivare una corretta raccolta differenziata il Comune ha distribuito il “nuovo vocabolario dei rifiuti dalla A alla Z” contenente, tra l’altro, notizie sul Centro Multiraccolta di via Saline, sul ritiro gratuito a domicilio di rifiuti ingombranti e sull’iniziativa “verde-oro”, che prevede il ritiro gratuito di sfalci d’erba, mediante fornitura in comodato d’uso, del bidone carrellato di color verde.

CENTRO DEL RIUSO. Infine, ha festeggiato il suo primo compleanno il Centro del Riuso di via della Tecnica, aperto tutti i giovedì dalle ore 14,30 alle 17,30. Dopo un anno di apertura sono circa 500 le persone che hanno usufruito di questo servizio, con uno scambio di oggetti notevole. La finalità principale del Centro del Riuso è ridurre la quantità dei rifiuti prodotti da avviare a trattamento/smaltimento, favorendo il prolungamento della vita dei beni che possono ancora essere funzionali.
Nel Centro sono accettati tutti i beni di consumo ancora in buono stato e funzionanti che possono essere efficacemente utilizzati per gli usi, gli scopi e le finalità originarie, oltre il primo utilizzatore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara, la differenziata supera il 46%. Cambiano le multe, ecco come

AnconaToday è in caricamento