Bilancio approvato tra tasse e risparmi, clamorosa protesta delle opposizioni

E' stato approvato ieri in Consiglio comunale con i soli 21 voti della maggioranza il Bilancio 2014, mentre le opposizioni, per protesta, non si sono presentate in aula

E’ stato approvato ieri in Consiglio comunale con i soli 21 voti della maggioranza il Bilancio 2014, mentre le opposizioni, per protesta, non si sono presentate in aula.

I TAGLI ALLE SPESE. A fronte di 123 i milioni di euro a bilancio, sui quali è pesato il taglio dei trasferimenti statali, si è cercato di spremere ogni centesimo: 1.2 milioni in meno per le rate dei mutui, 700mila euro di risparmio sulle spese del personale, 160 mila euro di economie sulle bollette di telefono, gas e elettricità, -600mila euro alle spese libere e 14mila euro ricavati dallo spostamento dell'economato e della Ragioneria di via Frediani, che il prossimo anno diventeranno 170mila euro.

TASSE. Al di là all’annunciata azione contro i passi carrai non in regola, il grosso delle entrate, per Palazzo del Popolo, arriverà da Imu, Tasi, Tari, addizionale Irpef e Tosap: circa 80milioni di euro. L’assessore al Bilancio, Fiorillo, annuncia che comunque i cittadini pagheranno uguale o meno dello scorso anno, e porta come prova il fatto che le entrate totali per il Comune saranno “più snelle” di 6milioni di euro.

PIANO OPERE: SI PUNTA SUI FINANZIAMENTI ESTERNI. Il grosso del denaro sarà destinato alle manutenzioni – 4milioni di euro – con priorità ad asfalto e scuole. Fondamentale intercettare i finanziamenti esterni, soprattutto i fondi europei (oltre naturalmente che quelli della Regione), che serviranno per Piazza Cavour, la Pinacoteca (qui contribuirà anche la Fondazione Cariverona, per 450mila euro) la Mole.

SERVIZI SOCIALI. A bilancio 12,8 milioni di euro, con fondi destinati anche ai progetti Un Tetto per Tutti, Casa di Demetra e ai vouchers per i lavoratori socialmente utili.

OPPOSIZIONE “SULL’AVENTINO”. Clamorosa la protesta dei gruppi di opposizione, che hanno disertato l’aula e spiegato le loro motivazioni sia in piazza che in un lungo comunicato stampa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento