Politica

Merloni: Patrizia Casagrande si schiera coi fornitori

La Provincia di Ancona al fianco dei fornitori della Ardo. La presidente Casagrande: "A rischio la tenuta del tessuto economico e della coesione sociale"

Cresce l’indignazione delle istituzioni locali contro le procedure di revocatoria dei crediti liquidati nel semestre aprile-ottobre 2008, attivate dai Commissari straordinari dell’Antonio Merloni Spa.
A schierarsi al fianco delle imprese c’è anche la Provincia di Ancona con la presidente Patrizia Casagrande:

“La Provincia – afferma – sosterrà in ogni forma prevista le iniziative che la Regione Marche e le associazioni di categoria vorranno intraprendere per tutelare le imprese dell’indotto dell’Antonio Merloni. Il sistema delle piccole e medie imprese rappresenta l’ossatura del modello di sviluppo regionale e il primo terreno su cui investire per la ripresa. La decisione adottata dai Commissari straordinari rischia di affossare uno degli ultimi elementi che hanno garantito, pur in una situazione difficilissima, la tenuta del tessuto economico e della coesione sociale”.

Ma la presidente giudica negativi anche i tempi con cui si è arrivati a tale scelta: “Sorprendono le modalità scelte dai Commissari che hanno atteso l’ultima settimana utile dei tre anni previsti per attivare la procedura. Francamente ci si sarebbe atteso un comportamento più responsabile. Auspichiamo che il nuovo ministro allo Sviluppo economico Corrado Passera, dopo tanto tempo, possa restituire la centralità che la vicenda dell’Antonio Merloni merita nell’agenda politica del governo”.

 



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merloni: Patrizia Casagrande si schiera coi fornitori

AnconaToday è in caricamento