Cronaca

«Mi voleva uccidere, mio figlio si vestiva da Spiderman per difendermi»

E' questo il racconto di una mamma nell'aula del tribunale di Ancona. La donna ha parlato delle aggressioni subite dall'ex compagno: «Mi insultava perchè ero stanca e mio figlio ha tentato di difendermi»

Foto di repertorio

ANCONA - «Il mio ex compagno mi ha insultata perchè ero stanca e volevo dormire dopo un turno di notte al lavoro. Poi mi ha colpito con un pugno. In quel momento mio figlio, che al tempo aveva tre anni, si è messo in mezzo tentando di proteggermi». E' questo il racconto di una mamma al giudice, durante il processo per l'aggressione subita nel 2017. A colpirla è stato il suo ex compagno, che già nel 2012 era stato protagonista di altri episodi di violenza. «Da quel giorno - racconta la donna - mio figlio si veste sempre da Spiderman perchè vuole difendermi».

L'imputato è un finanziere di 45 anni che nega qualsiasi coinvolgimento. L'uomo è difeso dall'avvocato Francesco Nucera mentre la vittima, una guardia giurata di 48 anni, è assistita dall'avvocato Alessio Stacchiotti. La donna è stata ascoltata nella giornata di ieri dal giudice, a cui ha raccontato le aggressioni subite dal suo ex compagno, dal quale ha avuto 2 figli. «Tanto ti sotterro viva - le avrebbe detto l'uomo - non vali niente e fai un lavoro inutile, soltanto le prostitute lavorano di notte». Secondo il racconto della vittima non è stato facile denunciare perchè il finanziere la ricattava dicendole che non le avrebbe più fatto vedere i figli: «Conosco tanti magistrati, non li vedrai più». Ora l'uomo dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia aggravati, con la prossima udienza che è stata fissata per l'8 settembre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Mi voleva uccidere, mio figlio si vestiva da Spiderman per difendermi»

AnconaToday è in caricamento