rotate-mobile
Cronaca

Si ubriaca poi vuole fare sesso con la moglie, lei si chiude in camera: allontanato

Un 50enne è stato raggiunto da una misura cautelare. La moglie, dopo vari maltrattamenti, lo ha denunciato alla polizia

ANCONA - Il troppo bere causa un allontanamento dalla casa familiare ad un 50enne italiano. L’uomo, a conclusione di un’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica del tribunale di Ancona, e svolta dalla polizia, è stato raggiunto il 30 giugno scorso dalla misura cautelare disposta dal gip. La moglie lo ha denunciato per maltrattamenti. La vicenda investigativa ha preso avvio da un intervento della polizia effettuato a Pasquetta. La moglie aveva chiesto aiuto dopo un litigio scoppiato perché l’uomo era ubriaco. Il giorno dopo era andata in questura per la denuncia raccontando anche altri episodi. Il bere faceva diventare aggressivo il 50enne che minacciava la moglie anche di morte. 

Un giorno le minacce sono arrivate perché lei si era rifiutata di dormire con lui. Un referto medico dello scorso dicembre ha certificato che la donna, a seguito dell’ennesima lite, aveva riportato contusioni multiple, trauma distrattivo della rachide cervicale e lombare con prognosi di 15 giorni. In un’altra circostanza, la donna dopo aver rifiutato le effusioni del marito che era ubriaco da non reggersi in piedi, si era trovata costretta per evitare il contatto fisico a chiudersi a chiave all’interno di una stanza, che l’uomo prendeva a calci nel tentativo di sfondarla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si ubriaca poi vuole fare sesso con la moglie, lei si chiude in camera: allontanato

AnconaToday è in caricamento