Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Jesi: ubriaco molesto fermato tre volte, poi aggredisce i carabinieri

Prima ha cercato di entrare in una discoteca completamente ubriaco, poi ha fatto irruzione in un night e ha preteso di consumare senza pagare; infine ha "sequestrato" la guardia medica di turno nella stanza delle visite

Prima ha cercato di entrare in una discoteca completamente ubriaco, poi ha fatto irruzione in un night e ha preteso di consumare senza pagare; infine ha “sequestrato” la guardia medica di turno nella stanza delle visite e ha aggredito i carabinieri giunti a fermarlo: i militari di Jesi sono dovuti intervenire per ben tre volte nel corso di una notte a causa delle “escandescenze” dello stesso soggetto, per il quale alla fine sono scattate le manette.

Tutto è cominciato con la prima chiamata al 112 del personale addetto alla sicurezza della discoteca “Noir”: quando i carabinieri sono intervenuti hanno trovato arresto L.Y., un cittadino di origine kazaka, residente a Jesi, classe 1980, in evidente stato di ebbrezza, che cercava a tutti i costi di entrare nel locale assieme ad un suo amico, K.D., già noto alle forze dell’ordine. Grazie anche alla collaborazione di quest’ultimo i militari sono riusciti ad allontanare i due lungo via del Molino.

Non passa molto tempo che una seconda chiamata richiama gli uomini dell’Arma sempre in via Molino, ma questa volta al Night Club “President”: la segnalazione riguarda due persone che infastidivano sia il personale addetto che gli avventori presenti. Giunti sul posto i carabinieri trovano ancora L.Y. e K.D.: questa volta il kazako pretendeva di consumare senza pagare il dovuto, importunando la barista. Anche stavolta, con maggiore difficoltà, i militari sono riusciti ad allontanare la coppia.

Ma non era ancora finita: l’ultima segnalazione è arrivata a poco meno di un’ora dai fatti del President: L.Y. si era presentato dalla guardia medica di turno lamentando un malessere dovuto all’abuso di alcol, rifiutando però qualsivoglia accertamento medico e opponendosi fisicamente al medico in modo tale da non farlo uscire dalla stanza visite per alcuni minuti, sino a che il dottore è riuscito a richiedere l’aiuto dei carabinieri. All’arrivo dei militari l’uomo è andato su tutte le furie: trascinato fuori di peso prima ha insultato gli agenti e poi gli si è scagliato contro mulinando calci e pugni. L’intervento di rinforzi ha ridotto finalmente a più miti consigli il facinoroso, che è stato arrestato e ora attende al Comando dei Carabinieri di essere giudicato per direttissima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesi: ubriaco molesto fermato tre volte, poi aggredisce i carabinieri

AnconaToday è in caricamento