Cronaca Jesi

Troppo alcol, si accendono le liti in famiglia: volano coltelli e bottigliate in testa

Due distinti episodi dove sono intervenuti gli agenti di polizia. L'abuso alcolico come minimo comune denominatore a peggiorare il parapiglia

Due feriti in due giorni a causa di violenti liti esacerbate dall'abuso di alcol. E' stato un weekend movimentato quello della polizia di Jesi che è dovuta intervenire in distinte occasioni sabato 18 e domenica 19 settembre. 

Nel primo caso un uomo è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari per le ferite procurategli alla testa da una bottiglia di vetro. Gli agenti, guidati dal dirigente Mario Sica, sono dovuti correre ad aiutare un secondo ferito, nella serata di domenica, a causa di lesione procurata da un coltello. Fortunatamente, nessuna delle due persone soccorse è in gravi condizioni. Alla base dei motivi vi sarebbe il comune denominatore dell'assunzione di sostanze alcoliche. Da quanto si apprende sono in corso gli approfondimenti investigativi finalizzati ad inquadrare gli esatti contorni delle due vicende e le relative conseguenze. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo alcol, si accendono le liti in famiglia: volano coltelli e bottigliate in testa

AnconaToday è in caricamento