rotate-mobile
Cronaca Quartiere Adriatico / Piazza Camillo Benso di Cavour

Ubriaca e senza documenti, la polizia si avvicina ma lei è insofferente: minorenne nei guai

Alle 19,30 gli agenti si sono avvicinati alla giovane che, in preda all'euforia dell'alcol, si è detta infastidita dal controllo. Così hanno avvertito i genitori e scatta la segnalazione ai servizi sociali

Erano sedute a bere birra appoggiate ai tavolini esterni di un kebab nei pressi di piazza Cavour quando gli agenti di polizia di Ancona si sono avvicinati. Le due minorenni avevano la bottiglia di birra in mano ed entrambe erano senza documenti. Una delle due, alterata dall’alcol, al momento del controllo ha iniziato a mostra insofferenza. Non voleva che i poliziotti facessero accertamenti su di lei. Così ieri pomeriggio, alle 19.30 circa, è stato necessario intervenire chiamando il padre della ragazzina. Ora si aprirà una segnalazione ai servizi sociali del Comune di Ancona per stabilire se sarà il caso di applicare dei provvedimenti in merito. 

I poliziotti hanno controllato anche il fast food teatro di quest'episodio che, però, è risultato estraneo alla vicenda. Le giovani, infatti, avevano acquistato l’alcol da un’altra parte per poi sedersi ai tavolini del locale del centro. Il titolare è stato comunque redarguito e invitato a controllare sulle persone che siedono all'esterno del suo locale. Alla luce di questo episodio i poliziotti hanno effettuato altri servizi di osservazione sulle attività della zona che vendono alcolici, spesso anche a prezzi inferiori rispetto ad altri bar e ristoranti, costituendo quindi un’ulteriore tentazione per i giovanissimi che possono acquistare birra e super acolici a prezzi stracciati. 

Qualche ora più tardi, alle 2,30 di notte, un locale di corso Stamira è stato chiuso e multato (400 euro) perché l’uomo 48enne che si trovava dietro il bancone era senza mascherina. Era il padre del titolare, di 26 anni. Inoltre non era stata appesa la cartellonistica che indica il limite massimo di persone consentite all’interno. Non è la prima volta che il titolare di quest’attività finisce nei guai. Nel 2019 era stato multato per aver violato l’ordinanza sindacale di vendita di bevande alcoliche in bottiglie dopo le otto di sera. Al momento del controllo il giovane si è allontanato e il papà trasgressore dovrà pagare in solido con il figlio la multa di 400 euro. Inoltre il locale dovrà abbassare le serrande per 5 giorni lavorativi. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaca e senza documenti, la polizia si avvicina ma lei è insofferente: minorenne nei guai

AnconaToday è in caricamento