Cronaca

“Pronto? Sono il signor Volpe”: così il falso funzionario truffava Lottomatica

Con un semplice ma astuto stratagemma l'uomo era riuscito a truffare 54 tabaccai in tutto il centro e nord Italia, spacciandosi per un funzionario di Lottomatica. Catturato dai carabinieri di Ancona

“Pronto sono il signor Volpe, di Lottomatica: c’è un anomalia nei prelievi, gentilmente mi può dare il numero del codice che dobbiamo controllare qui dalla centrale?” Con questo semplice stratagemma G. S., casertano di 45 anni, tra il 2009 e il 2010 è riuscito a truffare 54 tabaccai in tutto il centro e nord Italia. La storia, finita oggi davanti al giudice, è riportata dal Resto del Carlino: dopo aver convinto i malcapitati della presenza di un guasto nel sistema di carte prepagate Lottomatica l’uomo scaricava i codici ottenuti su una carta falsa, con la quale effettuava prelievi a suo beneficio.

La società (parte in causa), allertata anche dai tabaccai che avevano subodorato la truffa, si era accorta che i prelievi venivano effettuati tutti nella zona di Caserta, ma a mettere le mani sul fantomatico “signor Volpe” sono stati i carabinieri di Ancona, in seguito alla denuncia di un tabaccaio di Ostra cui sono stati sottratti oltre 22mila euro. Il truffatore, di una scaltrezza degna dello pseudonimo che si era scelto, era riuscito quasi sempre a eludere gli inquirenti, ma una telefonata fatta con un cellulare gli è costata cara, e i militari sono riusciti alla fine a rintracciarlo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Pronto? Sono il signor Volpe”: così il falso funzionario truffava Lottomatica

AnconaToday è in caricamento