Terremoto, sopralluoghi in tutta la città di Jesi: la situazione

Non ci sarebbero edifici particolarmente danneggiati. Questo il quadro completo, che il sindaco Massimo Bacci ha delineato con un post sulla sua pagina Facebook

Le immagini dei sopralluoghi, foto Facebook

JESI - Fin dalle prime ore di questa mattina, i vigili del fuoco ed i tecnici del Comune hanno effettuato dei sopralluoghi per verificare lo stato delle strutture maggiormente danneggiate dal forte sisma che ha colpito il Centro Italia. Questo il quadro completo, che il sindaco Massimo Bacci ha delineato con un post sulla sua pagina Facebook.

ABITAZIONI. Non sono stati segnalati per il momento danni ad edifici in città. Chi ha dubbi o vuole saperne di più sulla propria abitazione può rivolgersi ad un tecnico di fiducia. Solo in caso di evidenti situazioni di criticità contattare i vigili del fuoco.

SCUOLE. I tecnici comunali sanno eseguendo i controlli sugli edifici scolastici della città. Per il momento risultano tutti agibili. Nel pomeriggio la comunicazione sulle modalità di riapertura delle scuole.

COMUNICAZIONI. L'Amministrazione ha ricordato che il servizio Whatsapp del Comune di Jesi, per quanto prezioso, non riesce a raggiungere in tempo reale tutti gli utenti a causa dell'elevatissimo numero di iscritti. Per questo si raccomanda di scaricare l'App Municipium, selezionando "Jesi" come Ente, che permette di ricevere notizie di Protezione Civile in maniera tempestiva attraverso notifiche personalizzate. La App Municipium si scarica attraverso le seguenti modalità:
Play Store: https://play.google.com/store/apps/details… 
App Store: https://itunes.apple.com/it/app/municipium/id720127067

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento