menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La disperazione a Pescara del Tronto

La disperazione a Pescara del Tronto

Terremoto, sabato funerali di Stato e lutto nazionale: presente Sergio Mattarella

I funerali solenni verranno celebrati in mattinata, alle 11.30. Presente anche Laura Boldrini. Intanto si aggrava il bilancio del terremoto. Le vittime ufficiali sono 268

ASCOLI PICENO - I funerali solenni delle vittime del tragico terremoto che ha colpito il Centro Italia si terranno sabato mattina alle 11.30, alla palestra Monticelli di Ascoli Piceno. A renderlo noto è stato Palazzo Chigi, che ha confermato la presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella, del premier Matteo Renzi e della presidente della Camera Laura Boldrini. In concomitanza con il rito, il Presidente del Consiglio ha proclamato una giornata di lutto nazionale, con gli edifici pubblici che esporranno le bandiere a mezz'asta. I funerali, che inizialmente erano stati fissati per oggi (venerdì) alle 15.00, verranno celebrati dal vescovo Mons. Giovanni d'Ercole. 

Si aggrava sempre più il bilancio delle vittime. La Protezione Civile ha comunicato che le vittime ufficiali sono 268, 208 ad Amatrice, 49 ad Arquata e 11 ad Accumoli. Alto anche il numero dei feriti, 387, che sono stati ricoverati negli ospedali di Lazio, Marche ed Umbria. Il Soccorso Alpino ed i vigili del fuoco sono riusciti ad estrarre vivi dalle macerie 238 persone. Proprio quest'ultimi hanno confermato che nelle Marche non ci sarebbero più dispersi da cercare. Ad affermarlo è stato il comandante regionale Ugo Bonessio.

Intanto la terra continua a tremare. Questa mattina all'alba i sismografi hanno registrato una scossa di magnitudo 4.8, avvertita nitidamente in tutto il Centro Italia. Il terremoto ha provocato nuovi crolli ad Amatrice, rendendo ancora più difficoltose le operazioni di soccorso dei volontari presenti nella zona. In totale ci sono state 928 scosse, 57 solo dalla mezzanotte di oggi. La Protezione Civile ha allestito solo nelle Marche, 200 posti di ricovero in tenda, per un totale di 665 posti letto. I volontari hanno organizzato anche un ambulatorio medico, con la presenza di infermieri, anestetisti, medici e psicologi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento