L’Albania chiama il cuore di Ancona, gara di solidarietà dopo il terremoto

L'iniziativa è stata presentata a Palazzo del Popolo e prevede una raccolta di materiale da parte del circolo multiculturale "L'Aquila". Presto anche un conto bancario

Foto di repertorio

L’Albania chiama, Ancona risponde. L’associazione multiculturale L’Aquila ha organizzato una raccolta nella sede di via Ragnini 2, tutto il materiale sarà consegnato alla popolazione colpita dal grave terremoto dei giorni scorsi. La raccolta, appoggiata dal Comune di Ancona e presentata a Palazzo del Popolo, partirà nei prossimi giorni. Sono necessari viveri, coperte e medicinali ed è in preparazione anche l’attivazione di un conto corrente bancario per le donazioni in denaro. 

L’iniziativa coordinata dai responsabili del progetto, Pali Gjeko e Jozef Radi, è stata accolta dall’assessore Stefano Foresi: «La comunità albanese è una delle più integrate e datate come presenza in città- ha detto Foresi- è anche una delle comunità che ha fatto più ricongiungimenti familiari e ha chiesto la doppia cittadinanza. Con questo circolo si è creata una sinergia da quando ero presidente di circoscrizione». Alcune realtà alberghiere hanno già dato l’ok alla consegna di lenzuola. La comunità albanese di Ancona ammonta a circa 2.000 persone. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento