In un mese 270 telefonate "mute" ai cognati: denunciata per molestie

Protagonista di questa storia è una donna di 44 anni: per antipatie e gelosie nei confronti dei parenti, telefonava a tutte le ore del giorno e della notte

Un cellulare

CUPRAMONTANA - Una donna di 44 anni è stata denunciata per molestie dai carabinieri: per oltre un mese ha effettuato 270 telefonate "mute" ai cognati. La donna, per antipatie e gelosie nei confronti dei parenti, telefonava a tutte le ore del giorno e della notte sia sui cellulari che sul loro numero fisso.

Nessuna parola. Ogni chiamata era muta e durava un massimo di 20 secondi. Una volta sporta la denuncia da parte dei cognati, i militari hanno ricostruito la vicenda fino a individuare la linea telefonica della donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Maxi parcheggio e luminarie: tutto pronto a Vallemiano, l’Eurospin apre i battenti 

Torna su
AnconaToday è in caricamento