Cronaca

Portò il figlio in Germania dopo la separazione dal marito, madre condannata

Il giudice del Tribunale di Ancona ha condannato una romena di 30 anni a otto mesi, pena sospesa. In lacrime durante l'udienza

Dopo la separazione dal marito era andata in Germania con il figlio di tre anni a trovare alcuni parenti. Ma al momento del ritorno non ne aveva voluto sapere rimanendo per quattro mesi all'estero. Oggi il Tribunale di Ancona ha condannato la donna, una romena di 30 anni, a otto mesi di reclusione, pena sospesa. Durante l'udienza la donna, difesa dall'avvocato Alessio Giovanelli, era in lacrime. Una vicenda che risale a due anni fa.

La coppia si era separata nel 2016 e il Tribunale aveva deciso per l'affidamento congiunto del figlio, all'epoca di appena tre anni. A marzo lei era andata in Germania. Quando il marito, un 38enne di Chiaravalle, si è reso conto che lei non voleva tornare, temendo di non vedere più il figlio, ha sporto denuncia. Sono state le autorità tedesche, avvertite da quelle italiane, a imporre alla donna l'immediato ritorno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portò il figlio in Germania dopo la separazione dal marito, madre condannata

AnconaToday è in caricamento