menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un gruppo di ragazze al Summer Jamboree 2018

Un gruppo di ragazze al Summer Jamboree 2018

L’onda vintage travolge la spiaggia di velluto, parte il Summer Jamboree

L'evento vintage che porta Senigallia nell'America degli anni '50 è ufficialmente iniziato. Elvis e il Rock'n'Roll accolgono turisti da tutto il mondo, ma non chiamatela moda

Il rombo delle Cadillac e le Harley Davidson si sente già dal lungomare, sosia quasi perfette di Marilyn Monroe o Audrey Hepburn pedalano davanti alla Rotonda, roulotte in stile Hollywood e bandiere a stelle e strisce danno il benvenuto una volta superato il sottopasso della stazione ferroviaria. La Rocca di Senigallia si tinge di USA e per il 19° anno torna agli anni ’50. Il Summer Jamboree 2018 è ufficialmente iniziato mercoledì con i tre giorni di prefestival che anticiperanno il clou della kermesse. 

Centinaia di persone ai giardini della Rocca si sono cimentate nel ballo sotto le note di Tab Hunter e della sua My Baby Just Cares targata 1958. A tenere le lezioni gratuite sono i maestri  Sauro Dall’Olio e Lucy Toseland. Il loro «Step, step, triple…step, step, triple» è l’abc dei passi per ballare un buon Rock’n’roll e ai loro ordini ci sono uomini e donne di tutte le età. 80enni e bambini hanno scelto la Senigallia vintage per trascorrere un pomeriggio diverso da quello della solita spiaggia: «Il Summer è un’occasione da non perdere, c’è voglia di ritorno al passato e funziona un po' come tutte le mode dell’abbigliamento- spiega Sauro- Attenzione però, non significa che questa è una moda. Chi viene qui è perché quell’atmosfera ce l’ha cucita addosso da quando è nato». E vale anche per Sauro e Lucy: «Da quando abbiamo iniziato a frequentare questo mondo musicale ci è piaciuto e ci è rimasto appiccicato addosso». Il Summer però offre anche l’occasione di ammirare dal vivo artisti da tutto il mondo, da Dean Torrence (del duo Jan & Dean) a David Marks dei Beach Boys, passando per Brian Hyland e altri testimoni viventi della storia del Rock’n’roll. Dodici giorni di eventi dalle 12 alle 4 del mattino, 42 concerti di cui 39 a ingresso gratuito sotto la Rocca e nei dintorni.

Gli stand sono disposti come ogni anno in piazza del Duca e intorno ai giardini della struttura Roveresca e offrono abbigliamento anni ’50 in stile hawaiano, militare e casual. Alcune Harley Davidson in bella mostra ricordano che il dopoguerra non è stato solo Elvis, ma anche Marlon Brando e proprio ai divi del cinema statunitense sono dedicati alcuni gazebo. Immancabili i fiori sulle acconciature di donne e ragazze così come i cappelli in tessuto e paglia intrecciata sul capo dei gentlemen o la coppola di chi ha scelto il casual. Al Summer però si mangia anche. Dentro le roulotte che sembrano ospitare i divi del cinema su un set hollywoodyano si cucinano e si servono panini di ogni tipo, hot dog, birra e macedonie. «Cosa cerchiamo negli anni ’50? Semplicemente l’America, o meglio la libertà» racconta Marco, che è arrivato a Senigallia da San Ginesio, prima di confondersi tra gli stand insieme a appassionati provenienti da tutto il mondo. Ed è solo l’inizio. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento