Senigallia: lanciatore di uova prende di mira i bar del lungomare

È stata segnalata in più occasioni una misteriosa auto nera, di grossa cilindrata, dalla quale vengono lanciate uova contro i bar del lungomare di Senigallia. L'ultimo episodio sabato scorso

La polizia di Senigallia è sulle tracce di un.. lanciatore seriale di uova. È stata infatti segnalata in più occasioni una misteriosa auto nera, di grossa cilindrata, dalla quale vengono lanciate uova contro i bar del lungomare di Senigallia. Risale a sabato scorso l'ennesimo avvistamento.  

Le segnalazioni sono giunte la scorsa settimana al Commissariato di polizia di Senigallia da parte di gestori di esercizi commerciali ubicati sul lungomare cittadino e l'episodio più recente risale, appunto, a sabato scorso: in tarda serata, la titolare di un bar del lungomare Mameli ha segnalato al 113 il lancio di uova contro il suo locale da parte di qualcuno che era a bordo di un’auto non ben identificata, di colore nero e di grossa cilindrata.

La dinamica è simile a quella riferita da altre “vittime” nei giorni precedenti: l’auto nera di grossa cilindrata, che sfreccia a gran velocità, e il lancio di uova che vanno ad imbrattare tavolini all’aperto, muri e marciapiedi.
Sabato sera gli agenti hanno raggiunto, nel suo locale, la titolare del bar che era stato preso a bersaglio poco prima. Il lancio di uova, avvenuto in un momento in cui il bar non era frequentato da avventori, non aveva causato danni a cose o a persone. Gusci rotti e macchie di sporco erano presenti sul marciapiede antistante e tra i tavoli del locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento