Deturpano il monumento ai caduti con un pennarello indelebile, denunciati

Verso le 2 della notte scorsa i poliziotti hanno invece fermato una macchina che sfrecciava in via Marconi direzione piazza Rosselli a fari spenti. Al volante un 33enne anconetano ubriaco

La Polizia pattuglia il Passetto

Questa mattina una pattuglia della Polizia ha notato dei giovani accovacciati che sembravano armeggiare di fronte ad una parete di marmo del Passetto. Alla vista della Pantera gli adolescenti, due maschi e una femmina, si sono alzati e hanno recuperato in fretta e furia gli zaini tentando di allontanarsi in direzione di Viale della Vittoria. Ma i 3 sono stati fermati e sorpresi dopo aver deturpato il monumento con una scritta fresca: una data e dei disegni fatti con un pennarello indelebile di colore giallo. Di fronte all’evidenza i tre studenti ammettevano le proprie responsabilità consegnando agli agenti il pennarello con il quale avevano imbrattato il monumento. Una bravata che è comunque costata una denuncia per deturpamento e imbrattamento di cose altrui.
 
Verso le 2 della notte scorsa i poliziotti hanno invece fermato una macchina che sfrecciava in via Marconi direzione piazza Rosselli a fari spenti. Al volante un 33enne anconetano ubriaco. Sottoposto all’alcool test, aveva nel sangue 0,98 gr/l di alcool. Denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcolica  patente di guida ritirata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

  • Tragedia in cantiere, Paolo travolto ed ucciso da una valanga di terra

  • Le Marche dicono no al 5G, approvata la mozione dei Verdi: «Rischi per l'uomo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento