Scontro Bagnai-Gallegati sull'euro moneta unica, la querelle finisce in tribunale

Economisti contro, in tribunale, per una vicenda di diffamazione a mezzo stampa. Gallegati ha chiamato in causa Bagnai e ora il pm di Ancona, al termine della indagini, ha deciso di citare a giudizio il pescarese

A sinistra Mauro Gallegati, a destra Alberto Bagnai

"Personaggio in cerca di autore", "su Twitter lo stanno ricoprendo di sterco", frasi riportate in un articolo scritto da Alberto Bagnai, economista docente dell'Università di Pescara e collaboratore di numerosi blog tra cui Repubblica.it, il fatto quotidiano, MicroMega, riferite a Mauro Gallegati, docente di economia alla Politecnica e già candidato a sindaco di Ancona per il M5s nel 2009. Economisti contro, in tribunale, per una vicenda di diffamazione a mezzo stampa. Tutto ha inizio a marzo 2013 quando il quotidiano online Lettera43 pubblica un articolo nel quale si citano le menti che hanno collaborato al programma economico del Movimento. È lo stesso Gallegati, nell'intervista, a citare Bagnai. Pur ammettendo il loro disaccordo rispetto all'euro (Galleggati è per la moneta unica, Bagnai e per l'uscita immediata) l'intervistato indica l'economista come partecipante alla redazione del documento.

Bagnai non la prende bene. Pochi giorni dopo scrivere al direttore di lettera 43 chiedendo segnalando la notizia come un falso. «Non ho rapporti di alcun tipo né con Grillo - spiega - né con gli altri soggetti citati dall'intervista, che conosco solo dalla loro presenza nei media e con il quale quindi non posso aver collaborato in più. In più questa informazione lede la mia immagine, per almeno due motivi. Il primo è che considero infondate molte proposte formulate in quel programma, e non intendo in alcun modo essere associato ad esse. Il secondo che mi sono più volte espresso in modo critico verso i Michele Zuccaro-2vertici del movimento per la loro ambiguità sui temi economici». Allo stesso tempo scrive anche sul suo blog un post di fuoco. Intervento che non è affatto andato a genio al docente dorico. Che si è rivolto all'avvocato Michele Zuccaro per sporgere querela. Nonostante Gallegati abbia successivamente rotto con Grillo e si sia candidato con Tsipras alle Europee 2014 il procedimento è andato avanti. Il pm Rosario Lioniello, concluse le indagini preliminari, ha inviato un decreto di citazione a giudizio a Bagnai. L'udienza è stata fissata per il 17 maggio al tribunale di Ancona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile frontale tra due auto, tragedia al tramonto: un morto e un ferito grave

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Tragedia in casa, trovato morto un papà di 44 anni

  • Tragico investimento in via Conca, l'uomo è morto in ospedale

  • Ucciso da un'auto davanti all'ospedale, Giuseppe era andato a trovare la moglie

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento