menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Apre il portone al suo rapinatore, poi la lama alla gola: «Tira fuori il portafoglio»

Collutazione tra la vittima, un ex postino in pensione, ed il rapinatore che è poi riuscito a fuggire con il bottino

Ha aperto il portone del palazzo al suo rapinatore, ingnaro di ciò che sarebbe successo da li a poco. Si perchè la vittima, un ex postino in pensione, era appena rientrato a casa e la richiesta dell'uomo che lo stava aspettando sotto casa era tanto banale quanto credibile: «Ho dimenticato le chiavi e devo salire all'ultimo piano». Poi la rapina, con il coltello alla gola e la fuga dopo la collutazione.

Ma facciamo ordine. Sono le 22 di un caldo venerdì sera in via Fiorini.  Dopo aver fatto entrare l'uomo nel palazzo entrambi si sono diretti verso l'ascensore. Appena entrati ecco spuntare un coltello da cucina lungo circa 30 centimetri che in un amen finisce a pochi millimetri dalla gola: «Dammi subito il tuo portafogli». A quel punto la vittima, 68 anni, ha reagito d'istinto ingaggiando una furiosa collutazione con il suo rapinatore, che dal racconto dell'ex postino avrebbe avuto sui 25 anni. Dopo alcuni interminabili minuti il rapinatore è riuscito a divincolarsi, aprire il borsello e rubare il portafogli per un bottino totale di circa 90 euro in contanti, oltre a carta di credito, cihavi di casa e documenti. Ora è iniziata la caccia all'uomo con la Polizia che la Scientifica che dopo la ricostruzione della vittima dovranno dare un volto al rapinatore. Intanto il coltello utilizzato dal giovane è stato sequestrato e verrà analizzato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, un contagio a scuola: due classi in quarantena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento