menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ragno violino

Ragno violino

Ragno violino, ragazza morsa mentre raccoglie la legna: finisce in ospedale

La 25enne allarmata si è precipitata all'ospedale di Torrette. I medici sono riusciti a fermare l'infezione sul nascere

Una 25enne anconetana è stata morsa da un ragno violino ma, per fortuna per lei, non ci sono state conseguenze gravi. Solo un brutto spavento per questa giovane che lunedì era uscita dalla sua casa nelle campagne anconetane per raccogliere della legna da ardere nel camino quando ha avvertito un forte dolore alla mano seguito da prurito. Lì per lì non ha dato importanza alla cosa ma, pochi minuti dopo, ha iniziato ad avere neausea, vomito e una sensazione di svenimento, tutti sintomi dello choc anafilattico e, a quel punto, si è spaventata. La giovane ha deciso di precipitarsi al Pronto soccorso di Torrette e i medici sono intervenuti con delle cure per fermare sul nascere l'infezione che, in certi casi, può essere anche letale. 

Il Loxosceles rufescens, questo il nome scientifico del ragno violino, è tra le specie di aracnide più pericolose in Italia, vive prevalentemente nei luoghi tropicali ma negli ultimi anni si è spostata anche nelle aree mediterranee, privilegiando luoghi caldi e afosi. Il suo morso è indolore all'inizio e può avere i primi effetti anche dopo due giorni. In questo caso la tempestività della 25enne nel farsi curare è stata determinante per evitare il peggio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento