"Naturalmente ci aiutiamo", si rafforza la raccolta fondi della Fondazione Vallesina Aiuta Onlus

I proventi saranno interamente devoluti alla Fondazione per l’acquisto di attrezzature sanitarie e dispositivi di protezione individuali a beneficio del Carlo Urbani e della rete di servizi sociali della Vallesina

Il videomessaggio di Elisa Di Francisca

È una bella iniziativa tesa a rafforzare la raccolta fondi della Fondazione di Comunità Vallesina Aiuta Onlus quella attivata dal gruppo di fotografia naturalistica “La notte”. L’associazione ha infatti coinvolto eccellenti fotografi naturalistici da tutta Italia che hanno messo a disposizione più di 30 foto: queste potranno essere acquistate e personalizzate con una dedica della presidente della Fondazione, l’olimpionica Elisa Di Francisca, che - con un videomessaggio - ha voluto sottolineare la particolare valenza del progetto. 

I proventi saranno interamente devoluti alla Fondazione per l’acquisto di attrezzature sanitarie e dispositivi di protezione individuali a beneficio del Carlo Urbani e della rete di servizi sociali della Vallesina. “Naturalmente ci aiutiamo” è il nome scelto per questa iniziativa e “Naturalmente ci aiutiamo” è anche il nome delle pagine Facebook o Instagram per prendere visione delle foto disponibili o richiedere il catalogo (possibile anche inviando una mail a gruppolanotte@gmail.con oppure telefonando a 071.718301 o 347.3672660). Si tratta di fotografie davvero straordinarie che possono essere prenotate versando una somma minima - 50 euro - direttamente all’Iban della Fondazione (IT 15 P 03111 21205 000000000737).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla data del 22 aprile la Fondazione Vallesina Aiuta Onlus con la campagna “Insieme per Jesi” ha raccolto 98.100 euro. Di questi ne sono stati già spesi 47.580 per l’acquisto di un sistema tomografico ad impedenza elettrica per il monitoraggio della funzionalità polmonare a beneficio della Terapia Intensiva del Carlo Urbani (pari a 30.500 euro), di 7.000 mascherine tra 3FP chirurgiche e FFP2 (12.871 euro) e di mille camici monouso (4.209 euro). I fondi ancora da utilizzare ammontano pertanto a 50.520 euro. È programmato per giovedì prossimo il consiglio di amministrazione della Fondazione per decidere il loro impiego.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

  • La mascherina è un optional, blitz dei carabinieri tra la movida: raffica di multe

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento