Pesca in luoghi vietati e prodotti venduti illegalmente, scattano le maxi multe

Intensificato il controllo sulla filiera ittica, dal mare ai principali mercati ittici della Regione, fino alla tavola dei consumatori

Si è conclusa l’operazione della Guardia Costiera denominata “HIDDEN BOX”, durante la quale è stato intensificato il controllo sulla filiera ittica, dal mare ai principali mercati ittici della Regione, fino alla tavola dei consumatori, per contrastare il consumo di prodotti ittici pescati e commercializzati illegalmente.

Durante i controlli sono stati impiegati 92 tra uomini e donne, impegnati in 28 missioni, che hanno portato, su tutto il territorio regionale, all’elevazione di 24 sanzioni amministrative, per un importo complessivo di  55.666. Quale violazione ricorrente è stata rilevata la commercializzazione di prodotto ittico privo della prevista etichettatura del prodotto e/o la sua rintracciabilità, nonché, l’esercizio di attività di pesca in luoghi e zone vietate con attrezzi non autorizzati. Inoltre la Guardia Costiera ha sequestrato 261 Kg di prodotto ittico, oltre al deferimento di un marittimo all’Autorità Giudiziaria per il reato di “Usurpazione di Comando”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento