menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Daniele Peramezza

Daniele Peramezza

Addio a Daniele Peramezza, era il decano dei donatori di sangue

Anconetano, 180 donazioni all'attivo in una vita dedicata al prossimo, fu tra i fondatori dell'Avis regionale dopo aver ricoperto il ruolo di presidente cittadino. Aveva 74 anni

È morto ieri, giovedì 1 marzo, all'ospedale di Senigallia, Daniele Peramezza per decenni un punto di riferimento per tutti i donatori di sangue delle Marche. Anconetano, Peramezza da qualche anno viveva a Marina di Montemarciano. Aveva 74 anni e gli era stata riscontrata una malattia incurabile che nel giro di poco tempo non gli ha lasciato scampo. Una vita dedicata all'Avis all'interno della quale aveva ricoperto vari ruoli: presidente dell'associazione di Ancona, poi provinciale e, nel 1972, tra i fondatori dell'Avis regionale per il quale per anni ha ricoperto il ruolo  di amministratore. Si era iscritto all'associazione negli anni '60. 

La prima donazione risale al 1961. Ne seguiranno tantissime altre: 180 prelievi in tutto spalamati in 47 anni di fedeltà alla causa. L'ultima nel 2008 per sopraggiunti limiti di età. Due anni prima era stato insignito in Campidoglio, a Roma, della Croce al merito internazionale per il dono del sangue, la più alta onoreficenza per i donatori. Negli anni ha ricoperto anche la carica di consigliere nazionale dell'associazione. Il funerale, curato dall'impresa Mangialardo, sarà celebrato con rito civile domani (sabato 3 marzo) presso la Casa del Commiato del cimitero di Tavernelle. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento