Cronaca

"Operazione Stormfront": coinvolto anche operaio di Fabriano

Nell'abitazione dell'uomo la Digos ha trovato bandiere con la svastica, croci di ferro, opuscoli di propaganda e vario materiale informatico, che ora verrà analizzato dagli specialisti della Polizia postale

Manifestazione neonazista (foto archivio)

C'è anche un operaio cassintegrato di 50 anni di Fabriano, M. S., fra le persone perquisite nell'ambito dell'indagine sulla rete antisemita e nazifascista “Stormfront”, condotta dalla Digos di Roma e dalla Polizia postale e coordinata dal pool antiterrorismo della procura di Roma.

Nell'abitazione del cinquantenne (ex dipendente della Ardo), perquisita da agenti della Digos di Ancona, in collaborazione con la Polposta, sono stati sequestrati bandiere con la svastica, croci di ferro, opuscoli di propaganda (in lingua italiana) e vario materiale informatico, che ora verrà analizzato dagli specialisti della Polizia postale, oltre a un grosso coltello da caccia.

Fino ad oggi l’uomo non era conosciuto come simpatizzante dei movimenti dell'ultradestra italiana, e non ha precedenti di polizia.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Operazione Stormfront": coinvolto anche operaio di Fabriano

AnconaToday è in caricamento