Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Polizia anfibia, arrivano anche due moto d'acqua: soccorsa una barca a vela

La Polizia di Ancona da oggi dispone di Manta 1 e Manta 2, due moto d'acqua pronte a controllare più da vicino e, se necessario, intervenire più agilmente anche sotto costa e direttamente sulle spiagge

Da ieri mattina (25 giugno) la Squadra Nautica dell’U.P.G.S.P. della Questura di Ancona può vantare tra i suoi natanti anche due potenti moto d’acqua: “Manta 1” e “Manta 2”. Un nome scelto non a caso per identificare le moto d’acqua della Polizia che, già ieri pomeriggio, sono entrate in azione quando gli agenti di polizia a bordo dei mezzi acquatici, diretti dal vice questore Cinzia Nicolini (in foto) hanno soccorso una barca a vela di 9 metri che, dopo aver urtato uno scoglio a Portonovo, rischiava di affondare per una falla che si era creata. Manta 1 e 2 l'hanno scortata e messa in sicurezza al porto di Numana.

La manta è conosciuta in biologia marina anche con il nome di “diavolo dei mari”: è un pesce placido che preferisce vivere in superficie e per lo più Cinzia NicoliniIMG_2973-2nuota vicino alla costa, si muove piano ma arriva subito alla preda e proprio la sua conformazione incute timore. E così, da oggi, i poliziotti della Squadra Nautica, sono già in sella a Manta 1 e Manta 2 pronti a controllare più da vicino e, se necessario poter intervenire più agilmente anche sotto costa e direttamente sulle spiagge, pattugliando piano tutto il litorale, osservando attentamente tutto il territorio e il mare, ma pronti a scattare in velocità qualora vi sia un’emergenza, proprio con le caratteristiche natatorie dell’animale marino da cui prendono il nome. I problemi di sicurezza in mare, infatti, sono tanti, si va dal rispetto delle norme di navigazione da parte di natanti e acqua-scooter di privati alle attività di polizia giudiziaria in senso stretto; dal soccorso e salvataggio delle persone in difficoltà, alla partecipazione di operazioni di ordine e sicurezza pubblica. La grande affluenza sulle spiagge, da Senigallia a Numana, rende sicuramente più gravoso l'impegno per il personale della Squadra Nautica, il quale, oltre ai compiti tradizionalmente affidati alla polizia marittima, negli ultimi anni, svolge anche un servizio di prossimità sulle spiagge  più affollate, servizio grazie al quale i cittadini hanno la possibilità di trovare, anche in vacanza, un punto di riferimento per la propria sicurezza, proprio come accade nelle città con il poliziotto di quartiere. Indispensabile e prezioso il suo aiuto nella ricerca e recupero delle persone scomparse e nel recupero in mare di vittime e natanti, unitamente alle altre Forze di Polizia ed alla Capitaneria di Porto. Tra i mezzi a disposizione della Squadra Nautica vi sono anche la motovedetta d’Altura “Squalo” e la motovedetta Costiera “Blob B/75” : il personale in servizio presso la predetta Squadra è altamente specializzato, rivestendo il ruolo di Comandante Altura, Comandante Costiero, Radarista e Motoristi Navali. Gli agenti della Squadra Nautica, per tutta l’estate e per tutto l’anno vigilano a bordo dei natanti  il litorale della provincia, proprio come le “Pantere” della Volante su strada, e quando le condizioni meteo del mare non lo permettono, scendono a terra e assicureranno ugualmente il pattugliamento specializzato lungo la fascia costiera con le autovetture con colori di istituto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia anfibia, arrivano anche due moto d'acqua: soccorsa una barca a vela

AnconaToday è in caricamento