Cronaca

Trovato morto in casa, un malore si è portato via Cristian: tifoso biancorosso

Ad Ancona era molto conosciuto nell’ambito dello sport, in particolare negli ambienti del tifo perché, oltre la pesca, nel cuore di Cristian c’era la passione per l’Anconitana e colori biancorossi

Cristan Menicagli

Era tornato tardi da una serata di pesca alle grotte del Passetto perché la pesca era una delle sue più grandi passioni. Per questo i familiari non si erano preoccupati del fatto che non si fosse fatto ancora sentire. Poi però è passata a casa sua la fidanzata per fargli una sorpresa nel suo appartamento di via Astagno, dove lui ormai giaceva senza vita. E’ morto così, a seguito di un malore, Cristan Menicagli, 48 anni, pittore e muratore che in passato aveva anche lavorato per una ditta di spedizioni. 

Ma ad Ancona era molto conosciuto nell’ambito dello sport, in particolare negli ambienti del tifo perché, oltre la pesca, nel cuore di Cristian c’era la passione per l’Anconitana e colori biancorossi. L’allarme è arrivato intorno alle 10, quando la fidanzata ha chiamato il 118. Sul posto una pattuglia delle volanti della Polizia  e l’ambulanza della Croce Gialla di Ancona, i cui volontari non hanno potuto fare nulla. Cristian era già deceduto sul suo letto e il medico del 118 non ha potuto fare altro che costatarne il decesso. In tanti lo hanno ricordato sui social e lo sono andati a trovare all’obitorio in attesa dei funerali che sono ancora da fissare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato morto in casa, un malore si è portato via Cristian: tifoso biancorosso

AnconaToday è in caricamento