Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Corso Matteotti, stroncato da un infarto lo storico arrotino Lorenzo Lorenzi

E' morto nel pomeriggio di mercoledì l'arrotino Lorenzo Lorenzi, 66 anni, conosciutissimo in centro per la sua attività, appunto la "Lorenzi Arrotineria, Coltelleria e Profumeria"

Non era un semplice commerciante ma un’istituzione del commercio di corso Matteotti. E’ morto nel pomeriggio l’arrotino Lorenzo Lorenzi, 66 anni, conosciutissimo in centro per la sua attività, appunto la “Lorenzi Arrotineria, Coltelleria e Profumeria”. Intorno alle 18:00 l’uomo si è sentito male mentre lavorava dietro il bancone del locale al civico 97, attaccato alla scalinata che porta in piazza Malatesta. Il titolare di un altro negozio lo ha trovato lì, steso a terra con una ferita alla testa. Subito è scattato l’allarme al 118. In pochi istanti sono arrivati i carabinieri della stazione Centro e un’ambulanza della Croce Gialla. Gli operatori sanitari si sono subito resi conto della gravità e hanno tentato il tutto per tutto. Dopo averlo defibrillato 4 volte, sono riusciti a rianimarlo e per poi trasportarlo d’urgenza al pronto soccorso di Torrette dove, pochi istanti dopo, è morto. I medici hanno riscontrato la causa della morte in un infarto

I COMMERCIANTI. Sulla vetrina del suo negozio c’è una data: 1952. E’ l’anno in cui quel negozio ha accolto i primi clienti. Infatti con la dipartita di Lorenzo Lorenzi, Ancona perde una colonna del commercio cittadino. Forse uno degli ultimi, se non l’ultimo, arrotino della città. Poco prima del fattaccio Lorenzi aveva preso un decaffeinato al vicino Bar di Stefano Laurenzi, che ha detto: «Era il più anziano della via perché aveva ereditato dal padre una delle ultime attività di arrotino ad Ancona. Lo ricordo come una persona sempre disponibile e gentilissimo». Francesca Daniele, del “La terza Luna” lo ricorda così: «Proprio l’anno scorso aveva fatto una grande festa per i 60 anni di attività. Era un tipo riservato ma simpatico. Passare nel suo negozio era un divertimento perché aveva queste musiche da balera ad alto volume». E’ commossa la tabaccaia Laura Talevi: «I ragazzi della Croce Gialla hanno fatto un lavoro strepito. Sono stati rapidi e bravi. Io Lorenzo lo conoscevo da quando avevo aperto la mia attività 5 anni fa. Una persona squisita, dolce, simpatica, sempre aperto al confronto con tutti, un’amico con la “A” maiuscola. Ricorderò sempre quando andavo da lui e lo vedevo fare i cruciverba con la lente di ingrandimento. Spero non sia vero tutto questo e di trovare il negozio aperto domani».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Matteotti, stroncato da un infarto lo storico arrotino Lorenzo Lorenzi

AnconaToday è in caricamento