rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca

Autista muore davanti ai colleghi, aveva appena preso servizio: dramma alla Conerobus

L'autista è stato colto da un malore al deposito di via Bocconi, questa mattina. Rianimato per 40 minuti

ANCONA - Lo hanno visto sedersi su una sedia e poi accasciarsi a terra, davanti ai loro occhi, e nonostante i rapidi soccorsi per lui non c’è stato nulla da fare. Dramma alla Conerobus, questa mattina, dove un autista di mezzi pubblici, Rolando Spegne Schiavoni, è stato stroncato da un malore. L’uomo, 61 anni, anconetano, ha avuto un arresto cardiocircolatorio, all’interno dell’ufficio movimento.

Era appena arrivato in via Bocconi, poco prima delle 7, alla sede dell’azienda del trasporto pubblico, per prendere servizio a bordo di una delle linee urbane, quando ha accusato il malore. Il personale presente ha cercato di prestargli i primi soccorsi, attivando anche il defibrillatore e iniziando le pratiche rianimatorie proseguite poi dal personale sanitario del 118 e dalla Croce Gialla, per quaranta minuti, ma non c’è stato nulla da fare. Il suo cuore ha smesso di battere e non si è più ripreso. Una scena agghiacciante, che si è consumata davanti ai colleghi e amici del 61enne, sconvolti dopo il fatto. In azienda è arrivato anche il presidente di Conerobus, Muzio Papaveri. Sul posto sono arrivati i carabinieri e attorno alle 9 il corpo è stato portato via, all’obitorio di Torrette, su autorizzazione del magistrato di turno. Il dipendente non avrebbe avuto nessun problema di salute. Lascia due figli e una compagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autista muore davanti ai colleghi, aveva appena preso servizio: dramma alla Conerobus

AnconaToday è in caricamento