rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Il calcio marchigiano piange Giovanni Fiordomo: in passato indossò anche la maglia azzurra

Il padre dell’ex sindaco di Recanati, oggi collaboratore di Valeria Mancinelli, si è spento all’età di 80 anni

RECANATI- Il mondo del calcio marchigiano, e non solo, ha pianto la scomparsa di Giovanni Fiordomo. Padre dell’ex sindaco leopardiano Francesco, oggi assessore ai lavori pubblici e collaboratore del primo cittadino anconetano Valeria Mancinelli. Un pezzo di storia e dello sport che ha portato la sua regione ai massimi livelli. Si è arreso a causa di un brutto male all’età di 80 anni lasciando la moglie Luciana e anche l’altra figlia Elisa che lo hanno ricordato oggi (25 luglio) insieme ai tanti amici e parenti nella chiesa di Santa Maria in Castelnuovo.

Dopo la Fermana, da calciatore, sono arrivati i contratti con la Sangiorgese, il Tolentino e il Montegranaro e la maglia della Nazionale giovanile. La passione per il calcio lo ha portato ad impegnarsi nell'organizzazione di varie manifestazioni sportive come il Torneo di San Vito a Castelnuovo. Nella vita, invece, ha lavorato alla Sagni e alla Ottaviani. Quando è arrivata la pensione, l'impegno per la città non è venuto meno: era uno dei nonni vigili alla scuola elementare Le Grazie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il calcio marchigiano piange Giovanni Fiordomo: in passato indossò anche la maglia azzurra

AnconaToday è in caricamento