Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Daz Jay, artista dal cuore d’oro: «Canto me stesso e aiuto i ragazzi a suon di rap»

Il rap gli ha cambiato la vita e gli ha indicato la strada da seguire. Daz Jay sogna in grande, intanto aiuta I ragazzi di una comunità minorile 

Una cameretta come tante altre in una casa del Pinocchio, dove c’era uno stereo che suonava musica di Marracash. Dentro quella stanza c’era Matteo Dazj, un ragazzo anconetano che di anni ne aveva solo 14 e soffriva l’incertezza del futuro. Non sapeva cosa sarebbe diventato da grande né cosa avrebbe fatto nella vita. La risposta era proprio in quello stereo e lui lo ha capito quell’esatto giorno. Ha preso carta e penna, ha spento l’impianto e ha cominciato a scrivere il suo rap. Oggi Matteo è Daz Jay, ha 24 anni e ha già prodotto tre singoli, l’ultimo si chiama “Alba Lunare” da cui  ha tratto anche l’omonimo videoclip girato tra il Pinocchio e Pietralacroce (GUARDA IL VIDEO). «Il concetto del singolo è il rapporto con i miei genitori, non sono ancora riuscito a dimostrare loro quello che valgo ma un giorno ce la farò» racconta il giovane artista. Sogno nel cassetto? «Voglio solo cantare, fare dei live in modo da far vivere chi sono alla gente che sta sotto il palco, raccontare me stesso. Sento di dover andare avanti e che questa è la mia missione». Ma Ancona, secondo Daz Jay, non è il posto ideale per emergere: «Qui il vero problema è l’indifferenza e lo scarso bacino di utenza. Tra i giovani pochi seguono il genere e questo tipo di arte non viene supportata come in Lombardia o a Roma. I rapper anconetani si stanno un pò sulle scatole a vicenda e non si aiutano, mi piacerebbe che ci fosse ad esempio una pagina social in cui i vari artisti aiutino le voci nuove a venire fuori. Ci sono tanti ragazzi validi ad Ancona che non riescono ad emergere, anche migliori di qualcuno già affermato. Però mancano anche gli incentivi, le serate qui ci sono solo per altri tipi di cose”. Motivi che spingeranno presto Daz Jay a Milano: «Andrò in Lombardia tra novembre e gennaio dopo aver concluso il servizio civile». 

ALBA LUNARE, IL VIDEO RAP GIRATO TRA PINOCCHIO E PIETRALACROCE

Matteo infatti è anche volontario in una comunità minorile: «Mi sta cambiando la vita, posso portare la mia esperienza di fratello maggiore a ragazzi con problem familiari, ho fatto anche uno studio rap dove aiuto i ragazzi a fare musica. Due di loro presto faranno pubblicheranno un mixtape e tutto questo naturalmente è anche una grandissima fonte di ispirazione per la mia musica». Prima di “Alba Lunare” Daz Jay ha dato vita a “Kills Judas” prodotto insieme al rapper anconetano Ricky B e l’altro singolo “Comune”. «Con la musica racconto anche il mio quartiere, l’ipocrisia delle false amicizie ma anche le belle esperienze e prendo spunto dalla mia vita». 
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daz Jay, artista dal cuore d’oro: «Canto me stesso e aiuto i ragazzi a suon di rap»

AnconaToday è in caricamento